Editoriale Juventus: così non vale…

Calcio

TORINO-  La Juventus perde partite, uomini, denaro e fascino. Una stagione nera, dal campo all’infermeria, passando per il bilancio. E’ una reazione a catena: la squadra non vince, i cartellini dei giocatori si deprezzano e il prodotto vende poco. Per dirla con Celentano, qui si rischia la svalutation. L’eventuale mancata qualificazione alla prossima Champions aprirebbe uno squarcio nella contabilità bianconera di 14 milioni di euro (il premio di partecipazione ai gironi), ai quali bisogna aggiungere gli incentivi (800mila euro a vittoria) ed i diritti televisivi.
Come se non fosse già bastata l’uscita di scena anticipata di quest’anno, con altre pesanti ricadute economiche (l’accesso agli ottavi di finale avrebbe portato tre milioni). E si temono forti perdite anche sul fronte delle amichevoli di lusso e delle tournée estive. Quest’anno non si giocherà la Peace cup a Siviglia, che nel 2009 fruttò alle casse bianconere un milione di euro (sarebbero stati due in caso di vittoria in finale contro l’Aston Villa, che invece si aggiudicò il trofeo ai rigori)), e all’orizzonte non ci sono viaggi intercontinentali per esportare e vendere il prodotto Juve.
L’altro patrimonio che rischia un ridimensionamento notevole è quello umano, quantificabile con i cartellini dei calciatori. I casi più clamorosi sono Felipe Melo (costato come gli interisti Milito e Motta insieme) e Diego che, dopo una stagione a dir poco imbarazzante, non valgono più i 50 milioni sborsati l’estate scorsa. Poi, oltre ai tanti senatori dal super ingaggio, pure loro incappati nell’annus horribilis, si segnalano i casi di De Ceglie e Giovinco, ieri pedine richiestissime sul mercato, oggi alle prese con una pericolosa involuzione. Se fossimo alla Borsa, i loro cartellini verrebbero congelati per eccesso di ribasso. Per sanare la situazione, diventa sempre più probabile il sacrificio di un pezzo da novanta come Buffon.
Ma oltre ai numeri, preoccupa la recente perdita di appeal della Vecchia Signora. La conferma è nei “no” incassati negli ultimi mesi da tecnici di valore mondiale, a cominciare da Hiddink.

fonte: leggo.it

La Redazione di Calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top