L’Esperto: “Berlusconi non venderà il Milan, si complica la situazione di Pato!”

Ultime Notizie:

ROMA – Ben ritrovati con un nuovo appuntamento con il nostro esperto di mercato che risponderà alle domande che ci avete spedito. Cominciamo.

Salve esperto, grazie per le risposte, vorrei farle notare che nella politica che sta seguendo il Milan esiste una grossa contraddizione: è vero che bisogna stare attenti ai bilanci ma per garantire competitività alla squadra bisogna comunque investire sui giovani più promettenti per riaprire un nuovo ciclo, non chiudere il portafoglio come ha fatto la proprietà. Bisognerebbe avere uno stadio di proprietà che permetta di autofinanziarsi anche quando vengono meno risorse finanziarie condizionate a determinate congiunture e situazioni economiche. Insomma quando un azienda vuole competere in un settore di mercato non può che adeguarsi alle sue condizioni. Lei la chiama programmazione  questa linea politica? Secondo me sarebbe più onesto che il presidente lasciasse la sua creatura nelle mani di una nuova classe imprenditoriale che si dedichi ad essa a tempo pieno. Lei che opinione si è fatto in merito? Sul mercato vorrei chiederle cosa aspetta la società a muoversi anche sui parametri 0 visto che il tempo stringe e molti giocatori si stanno già accasando? Sulla punta esterna, visto che Gameiro è tramontato e Rossi non è neanche un ipotesi quale giocatore si sta seguendo? A me piacerebbe Zarate, sarebbe possibile arrivarci tramite qualche contropartita? Infine su Dzeko è vero che la Juve ce lo sta praticamente soffiando? Come fa Elkan a metter a disposizione 80 mln per il mercato con un utile di 6-7mln ma con una sicura perdita di 50-60 mln da registrare per la mancata qualificazione Champions? Dando Dzeko vicino alla juve l’unico obbiettivo plausibile per sostituire Huntalaar sarebbe il solo Lukaku? Io credo sia la scelta più giusta visto che la politica che sta seguendo tuttora è molto RISCHIOSA. Cordiali saluti Francesco


Caro Francesco, mi trovi praticamente d’accordo con te su gran parte della tua riflessione, io per primo penso che un operazione di questo tipo vada fatta in più anni, gradualmente e senza cercare di ottenere un bilancio in attivo subito rischiando di ridimensionare la squadra. Purtroppo però gli ordini arrivano sempre dall’alto e in questo caso dall’alto hanno chiuso i rubinetti dando un ordine ben preciso, risanare il bilancio subito. Al che Galliani e soci sono dovuti sottostare a questa volontà e hanno provveduto a fare l’unica cosa che potevano fare. Sul discorso del presidente personalmente sono d’accordo, ma credo che il presidente tornerà in futuro ad occuparsi maggiormente della squadra e che in questo momento non abbia intenzione di venderla. Per quanto riguarda il mercato la società non è convinta pienamente dei parametri zero in circolazione e non vuole fare investimenti affrettati, per quanto riguarda l’attaccante esterno la verità è che in questo momento non si stanno seguendo giocatori, in quanto come ho più volte detto ci sarà da risolvere prima di tutto la questione Mancini e la questione modulo. Gli unici sondaggi fatti sono stati per Valdes dell’Atalanta e Eder, che sarebbero stati schierati ipoteticamente nel ruolo di esterni, ma pare che la dirigenza non sia molto convinta di questi giocatori. Zarate lo trovo sinceramente difficile, per quanto abbia fatto una stagione un pò sotto tono voglio ricordare che la Lazio lo ha pagato intorno ai 20 milioni e che non lo rivenderà di certo ad una cifra inferiore, quindi anche con alcune contropartite potrebbe essere difficile arrivarci. Passiamo a Dzeko in questi giorni non ho avuto modo di approfondire meglio la situazione ma lo farò nei giorni successivi, personalmente credo però che la Juventus non abbia in questo momento un grandissimo appeal, e credo che a parità di condizioni Dzeko preferisca squadre come il Chelsea, o altre big considerate nell’elitè europea che possano competere da subito per la vittoria della Champions, quindi reputo la Juve un alternativa possibile ma non primaria per il giocatore. Nei prossimi giorni potrò dirti di più in merito. Di come faccia la Juve a mettere a disposizione 80 milioni per il mercato questo dovresti chiederlo a loro, probabilmente la proprietà metterà a disposizione dei fondi per poter riportare la squadra a livelli alti, anche se in questi giorni si è parlato di utili su proiezioni future. In realtà credo poco a questa tesi. Concludo con il Milan, il mercato è lungo e qualora Huntelaar dovesse salutare Lukaku potrebbe essere l’alternativa, ma come ho più volte detto ribadisco che il Milan potrebbe guardarsi intorno e prelevare un attaccante si giovane, ma un po’ più esperto del belga. Attualmente comunque è un discorso prematuro, molto verrà fatto dopo i mondiali in questo senso.

Gentile esperto, sono un tifoso milanista, dato che la società non investirà un centesimo bucato nella prossima finestra del calciomercato, mi chiedevo solamente se ci saranno delle partenze illustri e mi riferisco soprattutto a Pato. Secondo lei, dalle informazioni che possiede e anche dalle sue sensazioni, verrà ceduto? La ringrazio dell’attenzione e le porgo distinti saluti. Martin Kallashi


Caro Martin la questione Pato è una questione estremamente delicata, la società continua a ribadire che Pato non verrà ceduto, ma la realtà potrebbe anche essere diversa. La sensazione iniziale era che Pato sarebbe stato ceduto la prossima stagione, qualora il Milan dovesse vivere un’altra stagione da squadra non protagonista e dovesse il prossimo anno affrontare un altro mercato di basso profilo. Questo ragionamento è dovuto dal fatto che Pato vuole un club di grande livello e anche dal fatto che la sua valutazione è un po scesa vista i tanti infortuni di questa stagione. Quindi venderlo adesso potrebbe rivelarsi poco vantaggioso. Detto questo in questo ultimo periodo le cose stanno cambiando, l’addio di Leonardo non fa certo piacere al papero rossonero, che dopo aver perso il suo mentore Ancelotti perde anche la persona che lo ha portato in rossonero e alla quale era molto legato, inoltre le sirene di altre squadre cominciano a riprendere vigore e nonostante la stagione non esaltante del brasiliano pare possano presentare un offerta molto consistente. Fino a questo momento io ho sempre sostenuto che Pato sarebbe rimasto al Milan almeno per questa stagione, ora rispetto a prima qualcosa è cambiato e la cessione di Pato potrebbe concretizzarsi già da questa stagione, molto dipenderà da quanto la dirigenza riuscirà a “resistere” agli assalti dei club interessati. Una cosa però a mio avviso è chiara, so che potrei dare una delusione a molti tifosi milanisti, ma Pato in questo Milan, cioè  in una squadra non all’altezza di altre grandi squadre non ci starà ancora per molto, se il Milan non dimostrerà di riuscire a ricostruire una squadra competitiva, la partenza del papero se non avverrà durande questa estate sarà soltanto rimandata.

Caro esperto di mercato, sono Samuele un tifoso del Milan e un attento lettore della sua rubrica che per quanto mi riguarda la trovo molto bella ed utile. In più di una occasione la società ha ribadito la sua posizione dicendo che il futuro del Milan sono i giovani, questo vuol dire che i vari Dida, Kaladze, Favalli, Oddo, Jankulovski, Inzaghi, Zambrotta, Mancini, Onyewu e Huntelaar (non per l’età ma per evidenti motivi tecnici),saranno ceduti giusto?Altrimenti non avrebbe senso parlare di un Milan giovane. Da quello che si evince possiamo tranquillamente affermare che il reparto con più problemi è la difesa, Lei pensa che è puro fantacalcio pensare che il Milan ritorni su Agger del Liverpool? Con Astori che potrebbe ritornare,secondo me un altro difensore molto bravo che può ricoprire più ruoli è sicuramente Mantovani del Chievo,giovane e forte fisicamente. Per completare il pecchetto arretrato cercherei di portare a casa Bale del Tottenham e integrare Albertazzi in prima squadra anche perchè non capisco l’utilità di andare a prendere Otamendi quando abbiamo i nostri giovani. Credo che con il ritorno di Storari a contendersi il ruolo da titolare con Abbiati la difesa sia ben messa…Per quanto riguarda centrocampo e attacco io forse sarò fissato però le priorità per me sono queste: “Krasic, Inler, Giuseppe Rossi e Dzeko”. Sono consapevole che si parla di giocatori con un costo abbastanza alto ma siamo il Milan non proprio gli ultimi arrivati e se non c’è più voglia da parte della proprietà di investire e di vincere lasciatemelo dire…VENDETE,VENDI MIO CARO PRESIDENTE PERCHE’ NOI TIFOSI VOGLIAMO RICORDARTI COME UN UOMO CHE CI HA DATO MOLTO,TUTTO E NON UNO CHE PRIMA HA DATO E POI HA TOLTO….in attesa di una sua autorevole risposta la saluto caro esperto.                     Samuele


Purtroppo per te Samuele le cessioni non saranno così tante come quelle che hai elencato, certo c’è la volontà di voler costruire un Milan giovane c’è, ma servirà anche per questo del tempo, non si otterrà facendo tutto e subito. Partiranno sicuramente Favalli (fine carriera) e Kaladze, possibili partenti (dipende se troveranno una sistemazione) Jankulovski, Oddo, Onyewu, Huntelaar, Dida e Mancini per il quale c’è un discorso separato. Resteranno almeno per un’altra stagione Zambrotta e Inzaghi. In difesa oltre Yepes arriverà un altro centrale, Astori è attualmente in vantaggio su Otamendi e verrà integrato alla prima squadra Albertazzi, per Agger non c’è nessuna trattativa in corso e penso che neanche ci sarà, stesso discorso per Mantovani e per Bale il quale ha un costo troppo elevato per le casse del Milan. Riguardo al resto della squadra purtroppo il Milan come ribadito più volte non ha la forza economica di acquistare tutti quei giocatori che hai citato, Berlusconi non può e non vuole investire, la società deve autofinanziarsi e attualmente la situazione economica non è delle migliori come ben sai. Berlusconi inoltre non sembra intenzionato a vendere la società, la speranza che i tifosi possono nutrire è che presto tornerà ad essere presente e a d investire nella squadra.

Avete domande o curiosità di mercato alle quali vorreste avere una risposta? Scriveteci all’Indirizzo redazione@calciomercatonews.com, vi risponderà il nostro esperto. Cosa aspettate?

Un abbraccio dal vostro esperto di mercato

<span style=”color: #ff0000;”><strong>Clicca <a href=”http://www.calciomercatonews.com/argomenti/calciomercato/mr-mercato/”>QUI</a> per leggere tutte le altre puntate della rubrica “L’Esperto”.</strong></span>

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top