Milan, sale la rabbia dei tifosi: “La società non ha progetti”. Sabato prevista la ‘panolada’

Calcio

MILANO – Anche se non è ancora chiaro chi sarà l’allenatore della prossima stagione, su alcuni fattori del futuro prossimo del Milan ci si può sbilanciare: non ci sarà un mercato all’insegna delle spese folli, verranno ­forse – mantenute le principali stelle, si cercherà di dare maggiore spazio ai migliori talenti della Primavera. Ma questo basta a soddisfare il popolo rossonero? A pochi giorni dal termine del campionato, abbiamo svolto un breve viaggio nella tifoseria milanista che si divide prevalentemente in due tronconi: c’è chi dà fiducia alla società, comprendendo la politica del contenimento dei costi e chi invece vorrebbe un Berlusconi vecchia maniera, pronto a investimenti paragonabili a quelli del collega Moratti. Perché per il tifoso rossonero, al di là di tutto, vedere l’Inter vincere tutto è insopportabile.
AVANTI COSI’
Del partito pro “linea verde” Nico
Mercuri
del Milan Club Bolzano: «L’Inter ha troppi più soldi in questo momento, sembra il Milan di dieci anni fa potendo contare su due squadre. La società ha deciso di seguire una politica diversa e io sono fiducioso ­spiega -: sono stati lanciati ragazzi del settore giovanile e altri sono tornati alla base come Abate e Antonini.
Bisogna tenere duro per qualche altro anno, poi si vedranno i frutti: l’importante è non avere fretta e permettere ai ragazzi che verranno provati di poter sbagliare». Dello stesso avviso Alberta
Prandina del Milan Club Femminile Stella: «I successi del Milan di Berlusconi sono sempre stati legati ai ragazzi del vivaio: da Baresi e Maldini arrivando fino ad Albertini.
Sembra di essere tornati negli anni ‘80 – sorride -, ma dopo un periodo buio arrivarono grandi successi. Quindi perché non aspettarsi un nuovo ciclo vincente?».

CI VUOLE UN REGALO
Meno ottimisti altri centri del popolo rossonero, come quello emiliano-romagnolo.
«Voglio aspettare il raduno estivo o addirittura agosto prima di dare un giudizio – commenta Mauro
Righetti
del Milan Club Modena -. Mi sembra che stiamo attraversando un periodo di stallo, non sappiamo chi sarà l’allenatore e quali giocatori rimarranno.
Aspettiamo, ma se bisognerà fare spazio ai giovani, perché non gettarli nella mischia già in questa annata sfortunata dal punto di vista degli infortuni?». Più grigio Renzo
Pavanelli del Forza Milan Club Argenta (Ferrara): «Vendendo Kaká si pensava che potessero arrivare nei mesi successi dei rinforzi all’altezza, ma così non è stato. Alcuni elementi in rosa non sono più presentabili – aggiunge – e credo che Leonardo
abbiamo fatto qualcosa di buono. Sento parlare di giovani, ma mi chiedo:
Santon e Balotelli nel Milan avrebbero avuto l’occasione di giocare?». Precisa la richiesta di Roberto Martignoni dei Supporters Rossoneri di Novara: «Ci vuole uno sforzo di Berlusconi: si ricordi che acquistando Ronaldinho ha ricevuto in cambio 20.000 abbonamenti: abbiamo bisogno di un regalo per credere ancora in questa società».

CONTESTAZIONE
Sabato sera allo stadio si presente­ranno con un volantino con su scritto: «Vendesi Ac Mi­lan ». Saranno gli esponenti del Milan Club Biella: «Fa­remo la nostra “panolada” – racconta Giuseppe Rasolo ­. Vogliamo chiarezza, questa società non ha progetti: ci dicano che siamo da terzo, quarto posto e seppur con amarezza lo accetteremo, non ci illudano con parole co­me scudetto o Champions League».

fonte: tuttosport.com

La Redazione di Calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top