Inter, Mou show nell’allenamento

Calcio

APPIANO GENTILE – La finale di Madrid e le voci di mercato (piace Benzema) almeno per un pomerig­gio possono attendere. L’Inter parti­ta al completo ieri pomeriggio per Siena (tutti convocati, compresi gli infortunati Cordoba e Santon) sta cercando di isolarsi in vista degli ul­timi 90′ del campionato: l’obiettivo è tenere a distanza la Roma e conqui­stare a Siena una vittoria che, come successo nel 2006- 07, le consenti­rebbe di aggiudicarsi il tricolore. Nel gruppo forse c’è un pizzico di tensione e Mourinho ieri ha cercato di “ spezzarla” mettendosi prima della partenza dalla Pinetina al vo­lante di un pulmino destinato al tra­sporto del materiale tecnico e facen­do qualche giro all’interno del par­cheggio del centro tecnico. Sorrisi e missione compiuta da parte dello Special One. Il resto lo hanno fatto i tifosi, calorosi sia a Malpensa, sia (soprattutto) a Siena quando Zanet­ti e compagni sono stati accolti nel­l’hotel a due passi dal Franchi. Ap­plausi per tutti, compreso Balotelli, che contende una maglia da titolare a Pandev. In caso di trionfo per Su­permario sarebbe il terzo scudetto a 20 anni non ancora compiuti. Non male, anche se magari non basterà a cancellare le voci di addio e a spe­gnere l’interessamento nerazzurro per Benzema del Real Madrid. Eto­’o, invece, continua la sua rincorsa al secondo Grande Slam consecutivo dopo quello con il Barça della passa­ta stagione, un’impresa mai riuscita a nessuno e che frutterebbe a lui e ai compagni 600.000 euro a testa. In campo con il camerunese ci sarà Mi­lito, i cui 21 gol (in A) sono costati al presidente Moratti 2 milioni aggiun­tivi di bonus al Genoa. Soldi che il numero uno nerazzurro non rim­piangerà.

Fonte: Corriere dello Sport

Redazione Calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top