L’Esperto di calciomercato: “Anche la Juve è su Aguero, al Milan si lavora ancora su una punta.”

Ultime Notizie:

ROMA – Ben ritrovati con un nuovo appuntamento con il nostro esperto di mercato che risponderà alle domande che ci avete spedito. Cominciamo con la prima parte di domande e le relative risposte

Salve esperto di mercato sono marco e oggi volevo chiederle dei movimenti di mercato di alcune squadre europee secondo lei chi prenderà il Chelsea? Ieri il loro presidente ha detto che ci saranno 2 o 3 colpi e sono possibili questi nomi: Fernando Torres, Kakà, Toure  e Aguero?e chi prenderà il Barcellona dopo Villa? E’ possibile che prendano un altro grande attaccante vendendo Ibra (tipo torres) e un centrocampista (tipo Fabregas) vendendo Toure (Chelsea)?Chi prenderanno il Real e il Liverpool? E dove andrà Torres? La ringrazio anticipatamente. Andrea Bardini

Questa è un annata molto particolare per via dei mondiali, molte situazioni di molti giocatori verranno decise al termine della manifestazione, anche se alcune “trattative” sono già iniziate. Nei giorni scorsi il procuratore di Torres ha annunciato che rimarrà sicuramente a Liverpool, in realtà non è così, Torres ha chiesto garanzie tecniche, vuole che la squadra venga rafforzata a dovere, e questa certezza ancora non c’è neanche con la nuova presidenza. Torres dunque è ancora incerto se restare o meno e qualora decidesse di partire le destinazioni possibili potrebbero essere City, Chelsea e Barcellona, anche se il City attualmente è la squadra che si è mossa più concretamente. Mourinho vorrà trattenere Kakà, per cercare di rilanciarlo e riportarlo ai suoi massimi livelli, il portoghese sa quanto è importante questo giocatore e difficilmente darà il via libera alla cessione nonostante le avences del Chelsea. Più probabile l’approdo al Chelsea di Tourè e anche Aguero potrebbe lasciare l’atletico per trasferirsi al Chelsea, nonostante nelle ultime ore ho saputo per certo di alcuni sondaggi Juventini per il giocatore. Passiamo al Barcellona, a breve ci saranno le elezioni presidenziali, il grande favorito e Rossel, che succederà a Laporta e come di tradizione si presenterà con uno o due colpi, dunque oltre a Villa (che è un colpo ancora targato Laporta) il grande acquisto potrebbe essere proprio quello di Fabregas. Per quanto riguarda l’attacco c’è da monitorare la situazione di Ibrahimovic, non credete a chi parla di Milan, sarebbe un acquisto fuori ogni parametro per i rossoneri, il giocatore ha alcune richieste dalla premier ma almeno per il momento pare intenzionato a restare a Barcellona, in quel caso con l’approdo di Villa già certo e con la permanenza di Ibra difficilmente arriverà un altro grande attaccante. In casa Liverpool la situazione è ancora incerta, c’è ancora poca chiarezza su quello che potrebbero essere le reali disponibilità economiche per il mercato e se potrebbero esserci cessioni illustri o meno, da questo dipenderà lo svolgimento del mercato dei Reds, concludo con il Real Madrid, ripartire da Mourinho e Mourinho è un allenatore solido, il Real è già pieno di grandi campioni, questo non vuol dire che non potrebbe arrivare un’altra grande stella nella zona avanzata, ma di certo si lavorerà molto per portare a Madrid almeno un paio di difensori e un centrocampista che sappia dare la giusta quantità e solidità alla squadra. Insomma potrebbe essere un mercato un po’ in controtendenza rispetto agli standard del Real.

Salve esperto, volevo sapere se fosse nei panni del Milan chi prenderebbe la bella copia di Burdisso o quella di Lucio? Perchè il Milan che ha sempre puntato difensori con i piedi buoni ora dovrebbe investire quel poco che ha per uno stopper vecchio stampo? A questo punto non sarebbe meglio prendere Astori che ci permetterebbe di migliorare anche sul gioco aereo spendendo meno? Riguardo il centrocampo come sta procedendo la trattativa Leon? E’ possibile che Allegri porti con se anche il jolly Lazzari che potrebbe tornare utile nella gestione del centrocampo? Riguardo il modulo è vero che Allegri giocava con il 4-3-1-2 ma sappiamo tutti che Berlusconi vede Dinho come una seconda punta,e Dinho non ha la mobilità di Cossu quindi non so come andrà a finire. Una cosa è certa dalle notizie che circolano si prevede che Berlusconi voglia regalarci un talento che faccia la differenza,e sapendo che a Berlusconi piacciono i fantasisti non potrebbero tornare in auge talenti come Neymar-Pastore-Hazard su cui il presidente possa puntare per riacquisire quei 4-5 punti di consenso che ha perso dal giugno scorso? I giornali ci puntano molto lei che ne dice? Riguardo Dzeko, spero che Galliani si sia reso conto sabato che un attaccante di quel valore, simile a Milito, ci serve come il pane perchè ti fa vincere i titoli e rappresenta un valore aggiunto! Nella corsa al bosniaco secondo lei quali sono le concorrenti più pericolose’? E’ possibile che per arrivarci Galliani e co. decidano di sacrificare Borriello che difficilmente accetterebbe la panchina dopo questa stagione? Cordiali saluti Francesco!

Caro Francesco, immagino che parlando del difensore ti stavi riferendo ad Otamendi, bene io sono il primo a sostenere che Astori può crescere molto, però riconosco anche che attualmente Otamendi rappresenta per l’età che ha una delle più grandi promesse nel suo ruolo. Il giocatore dovrà eventualmente affrontare la prova del nove in un campionato come il nostro, ma a livello di personalità e qualità ha già dimostrato tanto, certo non è molto alto, non arriva a 1,80, ma è dotato di una grandissima elevazione e anche nel gioco aereo è molto bravo.  Chiaro, sono giocatori diversi lui e Astori, ma ribadisco che attualmente acquistare Otamendi per il Milan sarebbe un grande colpo a mio avviso. L’ipotesi Lazzari al Milan è stata gonfiata un po troppo dalla stampa, in realtà la pista non è così calda come molti scrivono ma un sondaggio c’è stato, il suo nome è circolato negli ambienti rossoneri e potrebbe non essere un ipotesi da escludere, per quanto riguarda Leon attualmente la trattativa è in fase di stallo, ovvero non ci sono stati incontri con la dirigenza del Getafe ne mi risulta che siano in programma da qui a breve, per cui bisognerà aspettare ancora. Riguardo al modulo deciderà Allegri quello che riterrà più opportuno, se da un lato Dinho non ha la mobilità di Cossu dell’altro è vero che Pato il suo meglio lo da da seconda punta, giocando in tandem con un centravanti più fisico e stando più vicino alla porta, dove potrebbe essere molto più letale. Riguardo al possibile colpo che potrebbe fare Berlusconi bisogna stare cauti, io come ben sai non ha mai escluso del tutto la possibilità che il Milan alla fine arrivi ad un giocatore importante, questo non vuol dire che arriverà sicuramente, ma delle possibilità ci sono. Detto questo però come tu stesso hai detto il Milan ha bisogno di una prima punta che sappia fare la differenza nel suo ruolo e credo personalmente che se saranno fatti dei sacrifici saranno fatti per quel tipo di giocatore piuttosto che per un talento leggermente più arretrato. Ci tengo a precisare comunque che in merito a questo ancora nessun movimento concreto è stato fatto e che questa dunque è soltanto una mia personalissima opinione, per cui potrei essere smentito. I giocatori che hai citato sono giocatori comunque costosi, difficilmente il Milan riuscirebbe ad acquistare sia un giocatore di quel tipo sia una prima punta nonostante le cessioni e credo che la priorità sia sulla punta. Qualora non si dovesse riuscire ad arrivare a questa “famosa” prima punta allora beh, il discorso potrebbe essere diverso e si potrebbe puntare su un talento di altre caratteristiche come quelli che hai citato tu. Riguardo a Dzeko le pretendenti più insidiose potrebbero essere le inglesi, City, Chelsea e includerei anche lo United che nonostante l’acquisto di Hernandez nei giorni scorsi a sondato il terreno e il Real Madrid, anche se attualmente non sembra averne la necessità. La Juventus mi sentirei di tenerla un gradino sotto, Dzeko è molto costoso e trovo difficile l’ipotesi di uno scambio più conguaglio, dubito che i vari Diego e Giovinco accettino la destinazione Wolfsburg. Concludo con Borriello, il giocatore è sicuramente più difficile da piazzare di Huntelaar, non sempre è facile per un giocatore italiano che ben sta facendo nel nostro campionato migrare all’estero, e rimettersi in gioco in un altro campionato e con un’altra cultura, in Italia l’unica squadra nella quale potrebbe andare a mio avviso è il Napoli anche se c’è un problema di ingaggio e a questo punto della sua carriera rappresenterebbe comunque un passo indietro per il giocatore, dubito che accetterebbe, più probabile tra qualche anno. Quindi come vedi cedere Borriello adesso è difficile, discorso diverso per Huntelaar che ha ancora buon mercato ed ha sicuramente meno radici di Borriello al Milan per intenderci.

Avete domande o curiosità di mercato alle quali vorreste avere una risposta? Scriveteci all’Indirizzo redazione@calciomercatonews.com, vi risponderà il nostro esperto. Cosa aspettate?

L’appuntamento è per domani con la seconda parte di domande e le relative risposte. Un abbraccio dal vostro esperto di mercato

<span style=”color: #ff0000;”><strong>Clicca <a href=”http://www.calciomercatonews.com/argomenti/calciomercato/mr-mercato/”>QUI</a> per leggere tutte le altre puntate della rubrica “L’Esperto”.</strong></span>

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top