Mondiali Sudafrica 2010: chi vincerà? secondo una curiosa serie matematica sarà…

Calcio

MILANO – Il Mondiale, per il calcio, è la competizione delle competizioni, è il concentrato della magìa del pallone. E sarà per questa ragione che, al di là di ragioni tecniche, prodezze, imprese di campioni e outsider, il suo albo d’oro sembra altrettanto magico, dettato da insondabili leggi che poco hanno a che fare col campo. Perché? Bene, seguiteci.

In Sudafrica si giocherà la 19.ma edizione dei campionati. Dividiamo i precedenti in tre cicli da sei edizioni ciascuno. Il primo si esaurisce nel 1958 con il primo successo del Brasile: forse non è casuale, visto che per definizione è la nazione dove magìa e pallone si sposano, che tutto parta da lì. Partono gli altri due cicli e non c’è spiegazione migliore che riproporre in maniera tabellare i vincitori. Ecco l’albo d’oro degli ultimi 12 mondiali, prima colonna pari al secondo ciclo di sei mondiali, seconda il terzo:

1962
BRASILE
1986
ARGENTINA
1966
INGHILTERRA
1990
GERMANIA
1970
BRASILE
1994
BRASILE
1974
GERMANIA O.
1998
FRANCIA
1978
ARGENTINA
2002
BRASILE
1982
ITALIA
2006
ITALIA

Due cicli che si chiudono entrambi con la vittoria dell’Italia. E se teniamo la vittoria azzurra come “perno” della serie, ci accorgiamo che l’albo d’oro delle altre edizioni è esattamente “a specchio“. Guardate cosa accade se, mantenendo le nostre vittorie come chiusura del sestetto, invertiamo le altre cinque edizioni del ciclo più recente:

1962
BRASILE
2002
BRASILE
1966
INGHILTERRA
1998
FRANCIA
1970
BRASILE
1994
BRASILE
1974
GERMANIA O.
1990
GERMANIA
1978
ARGENTINA
1986
ARGENTINA
1982
ITALIA
2006
ITALIA

Tutto simmetrico: persino l’eccezione riguardante Inghilterra e Francia ha dei grossi punti in comune: la prima (e per ora unica) vittoria di due paesi europei che ospitarono quell’edizione dei campionati. Per il resto, è fotocopia. E ora, si riparte con la 19.ma edizione: la serie logica (anzi, scusate, magica), prevede che tocchi al Brasile. Che altri aspetti statistici e cabalistici vogliono favorito: proprio dal 1962, si sono perfettamente alternate le vittorie delle sudamericane e delle europee e, dopo il nostro trionfo a Berlino nel 2006, tocca all’America Latina.

Vediamo se l’incredibile serie continua: i brasiliani sperano proprio di sì, perchè se lo specchio magico continuasse a funzionare per altri sei mondiali, la logica vorrebbe che oltre a quello imminente, la Seleçao vincesse anche i Mondiali del 2014 (che toccherebbero per la serie ai padroni di casa: quindi loro) e quelli del 2018. Speriamo che qualche stregone sudafricano legga e intervenga…

fonte: sportmediaset.it

La Redazione di Calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top