Calciomercato Inter, dallo “Special One” a “The Magician”: ecco cosa e quanto cambierà nell’ambiente nerazzurro

Ultime Notizie:

MILANO – Circa due anni fa alla Pinetina sbarcava un allenatore che avrebbe cambiato per sempre la storia dell’Inter. Josè Mourinho si presentò ai giornalisti italiani con la spavalderia con la quale si era contraddistinto anche in Inghilterra. “Non sono un pirla”, le sue prime parole in italiano. Non sono state le uniche, perchè lo Special One, come si autodefinì in Premier, è riuscito ad essere anche e soprattutto un personaggio fuori dal campo, con le sue guerre totali contro l’intero sistema calcio. E’ andato via dopo aver vinto tutto, riuscendo nell’impresa di riportare a Milano, sponda nerazzura, la Champions League che mancava da 45 anni circa. Al suo posto è arrivato Rafael Benitez, nato a Madrid, la città dove è andato a “governare” il lusitano Mourinho. Lui Rafa, “The Magician” come lo hanno ribattezzato i media inglesi, porterà poche novità sul piano tattico, tante sul piano della comunicazione. Più pacato lo spagnolo, che in Inghilterra non ha mai avuto un buon feeling con Mourinho. Toccherà a lui ereditare la pesante eredità lasciata dal “vate di Setubal”, toccherà a lui continuare la striscia vincente intrapresa a suo tempo da Roberto Mancini, modellata e plasmata non solo in Italia ma anche in Europa da Josè Mourinho.
Non ci son certezze in tal caso, l’unica ovvietà sarà la classe con la quale si presenterà in punta di piedi nel mondo nerazzurro, un “sergente di ferro” che ama usare il fioretto invece della sciabola.

Due grandi allenatori, diversi da loro, con in testa la voglia di vincere. Il primo, Mourinho, ci è riuscito alla grande in Italia, ora toccherà a Benitez dimostrare di valere quanto il portoghese.

Claudio Ruggieri – www.calciomercatonews.com

Clicca qui per diventare fan di Calciomercatonews.com su Facebook!

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top