Arbitri: Rosetti dice addio, sarà il nuovo designatore di Serie B

Calcio

MILANO – Roberto Rosetti dice basta. Il fischietto torinese, 42 anni, avrebbe potuto continuare ad arbitrare ma ha deciso di smettere con due anni di anticipo. Rosetti ha accettato la proposta di Marcello Nicchi (coordinatore delle varie Can) e diventerà il designatore della sezione degli arbitri di serie B. Il nuovo designatore della derie A sarà invece Stefano Braschi, l’anno scorso responsabile dei direttori di gara in Lega Pro.

La Can di A, con responsabile Braschi, sarà composta da Gennaro Borriello e Alessandro Stagnoli. La Can di B, affidata a Rosetti, sarà composta da Domenico Messina e Marco Ivaldi. Il nuovo designatore di Lega Pro sarà Stefano Farina: con lui ci saranno Paolo Baldacci, Piero Ceccarini, Pietro D’Elia e Sergio Zuccolini. La Can di serie D sarà invece guidata da Tarcisio Serena e composta da Nicola Ayroldi, Alberto Boschi, Francesco Capraro, Sauro Cerofolini, Michele Cavarretta, Luca Palanca, Ciro Pegno, Luigi Stella e Giovanni Stevanato.

ROSETTI: “LASCIO ALL’APICE DELLA CARRIERA. ERRORE AL MONDIALE NON HA INFLUITO”
Onestamente l’errore in Argentina-Messico al Mondiale in Sudafrica non ha influito sulla mia decisione“. Roberto Rosetti spiega le motivazioni che lo hanno spinto a smettere di arbitrare: “Ho avuto una carriera esaltante, iniziata a 16 anni ed ora ne avrò 43. E’ stato un periodo della mia vita indimenticabile con 13 stagioni in Serie A, due Mondiali, tre semifinali di Champions. Ora ho ricevuto una proposta e ho deciso di prendere questa strada. Sto lasciando all’apice di questo arco, cedendo il passo ad altri arbitri molto validi. In questo momento sono molto contento di aver fatto questa scelta“. L’ormai ex direttore di gara ha poi parlato della partita tra Argentina e Messico e dell’errore di valutazione sul gol convalidato a Tevez, in fuorigioco: “Negli ultimi due anni ho pensato molto al mondiale e c’era una considerazione della terna molto alta, in campo invece c’è stata una valutazione sbagliata. Dopo il gol non c’è stata alcuna protesta, poi forse le immagini nel maxi-schermo sono state viste dai messicani e per questo c’è stata l’aggressione dei giocatori del Messico“.

NICCHI: “LA SCELTA DI ROSETTI E’ ARRIVATA IN MODO SPONTANEO”
Rosetti ha deciso di sua spontanea volontà e dopo una brillante carriera ha scelto di iniziare un percorso nuovo e di rafforzare una squadra già forte“. Il presidente dell’Aia e coordinatore delle Can, Marcello Nicchi, ha spiegato così la decisione di affidare a Roberto Rosetti la guida della Can di Serie B. “Dopo l’errore al Mondiale ho sentito Roberto e gli ho detto di prendersi due settimane di riposo per poi tornare pronto come prima per intraprendere qualsiasi ruolo, sia come arbitro che in qualsiasi altro ruolo. Lui mi ha detto che era pronto a tutto, sia a continuare che a intraprendere una strada nuova. Allora glielo abbiamo proposto e sono molto contento di questo. Ha scelto di partire da un ruolo si importante ma non di primissimo piano“. Il numero uno dell’Aia ha poi parlato anche della scelta di Stefano Braschi come responsabile della Can di Serie A. “Braschi non ha bisogno di presentazione. Ha lavorato molto bene alla Can di Lega Pro, scoprendo tanti giovani arbitri“.

fonte: sportmediaset.it

La Redazione di Calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top