Serie A, Agroppi: “Inter in vantaggio ma occhio al Milan”

Calcio

Serie A, Agroppi / MILANO – Aldo Agroppi, intervistato oggi, ha fatto un’analisi su quella che è la lotta al prossimo scudetto. Mai banale e sempre fuori dal coro l’allenatore di Piombino ha scandagliato tutte le squadre votate alla vittoria del titolo: ”
I portieri – “Giocano tutte e quattro a porta vuota“. Ma come, anche l’Inter? “Certo Julio Cesar è il migliore del lotto. Ma quando penso a grandi portieri mi vengono in mente altri nomi del passato: quelli sì, erano grandi portieri”. E allora Inter in vantaggio sul Milan, dove “Abbiati senza dubbio deve essere titolare” e sulla Juve. “Storari? Si fa quello che può, però, insomma…“. Quindi la classifica è: Inter-Milan-Juventus-Roma. Le difese – “L’Inter, senza ombra di dubbio ha la difesa migliore: Lucio-Samuel e poi Maicon. Dietro sono i più forti“. Poi viene il Milan di Nesta e Thiago Silva. “Anche la Roma ha un buon gruppo di difensori”. E la Juve, invece? “Ultima. Cioè, hanno preso Rinaudo! Una volta compravano Nedved e Ibrahimovic, adesso arrivano Rinaudo e Lanzafame“. Quindi: Inter-Milan-Roma-Juventus. I centrocampi – “Ma come giocherà il Milan?“. Se lo chiede anche Agroppi. “Robinho rischia di essere un boomerang: cosa fanno?, quattro punte più Pirlo, con il povero Ambrosini che corre per tutti?”. Insomma, anche qui sembra l’Inter un passo avanti, e nemmeno Boateng può spostare gli equilibri: “Il Milan è uguale con Boateng o senza Boateng: tale e quale“. La Roma? “Avrà un grande centrocampo solo se De Rossi taglierà la barba: sì, avete capito bene. Lo vedo triste: voglio il vecchio Daniele, con la sua faccia da bambino e con negli occhi la voglia di giocare e divertirsi. Con lui al meglio e Pizarro, la Roma ha un reparto molto forte“. Resta la Juve: quale sarà il centrocampo titolare? “Chiunque giocherà, si tratterà soltanto di frittura. Che sia Krasic o Felipe Melo. Aquilani? Il ragazzo è bravo, ha qualità, ma bisogna vedere se sta bene e se saprà gestire la fidanzata, piuttosto impegnativa“. Li mettiamo in fila così: Roma-Inter-Milan-Juventus. L’attacco – Detto di Robinho, che potrebbe essere un equivoco tattico, Agroppi è scettico sul fatto che i nomi bastino a portare gol: “Sulla carta certamente il Milan ha l’attacco più forte: poi però bisogna vedere l’effettivo rendimento. La Roma è migliorata molto con Borriello. Certo, povero ragazzo: prima i casini con Belen, adesso Ibra. Speriamo a Roma sia più tranquillo. Di sicuro non potevano contare su Adriano: è 15 kg in sovrappeso“. Sulla Juve neanche un accenno, relegata sempre all’ultimo posto. Quindi: Milan-Inter-Roma-Juventus. L’allenatore e il pronostico – Nessuna favorita quindi, anche se dalle mini calssifiche di reparto l’Inter sembra essere ancora in vantaggio, con il Milan a ruota. Ma chi ha l’allenatore migliore? Chi è più bravo tra Allegri, Benitez, Delneri e Ranieri? Anche qui, nessun dubbio: “Il tecnico migliore è a Piombino e sta parlando al telefono con voi“.

FONTE: SPORTSKY.IT

Mauro Piro – www.calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top