Calcio, Cesari: “Errori arbitrali molto gravi”

Calcio

ROMA – La secondo giornata di campionato è stata caratterizzata da molti errori degli arbitri. Tante direzioni di gara non sono andate giù a presidenti e dirigenti, in particolare il Milan si è lamentato lungamente per l’arbitraggio di Russo. Ma anche a Torino, Lecce, Genova, Milano e non solo, ci sono state discussioni: “Ci sono state direzioni di gara discutibili ed errori molto gravi – le parole dell’ex arbitro Graziano Cesari, in esclusiva a Calciomercato.it -. La situazione è complicata. Dobbiamo aspettarci sempre delle polemiche, nessuno dei dirigenti italiani è disposto ad accettare errori, anche perché il calcio è diventato troppo importante, dal punto di vista economico. Più che altro, dovremmo domandarci come mai ci sono stati tutti questi errori. Per mancanza di tranquillità e di serenità? Perché abbiamo una classe arbitrale povera? Gli errori che hanno fatto sono di una facilità esasperante per interpretazione”.

I CASI – “Non c’è un errore più grave, lo sono tutti – continua Cesari -, anche perché sono tutti determinanti per quanto riguarda il risultato. Il gol annullato a Pato a Cesena poteva riaprire la partita. Il rigore non dato ad Eto’o in Inter-Udinese poteva chiudere la partita e poi l’ammonizione per simulazione è un provvedimento che non esiste. Juve-Samp è finita 3-3, ma il risultato è viziato da due gol irregolari. In Genoa-Chievo, c’era un rigore su Sculli che avrebbe portato anche all’espulsione di un giocatore clivense. Per non parlare della Fiorentina, penalizzata in due giornate su due. Gli errori così distribuiti, ci sono stati nel 50% delle partite in programma, devono far ragionare”.

BRASCHI – Nel mirino il nuovo designatore della serie A, l’ex arbitro Stefano Braschi: “Ha impiegato 19 arbitri in 20 partite, escludendo il solo Rizzoli. Ha provato, ma non mi sento di dargli nessuna responsabilità. Vuol dire che il patrimonio ricevuto non è all’altezza. Adesso, però, mi aspetto una presa di posizione da parte sua”, ha concluso Cesari a Calciomercato.it.

Fonte: Calciomercato.it

La Redazione di Calciomercatonews.com


© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top