Calciomercato Inter, Sculli si, Afellay no, le strane scelte nerazzurre

Calciomercato Inter: News di calcio mercato LIVE

CALCIOMERCATO INTER SCULLI AFELLAY PSV GENOA – Da questa estate il calciomercato dell’Inter non sembra infallibile come in queste ultime stagioni. In estate la dirigenza nerazzurra ha pensato bene (sbagliando) di non rinforzare la rosa che nella scorsa stagione ha vinto praticamente tutto, dimenticandosi dell’età avanzata della maggior parte della rosa. La cessione di Balotelli poi ha aumentato le difficoltà per il nuovo tecnico Benitez che in attacco può contare solo su Eto’o, l’unico che gode di un ottimo stato di forma. Dal primo giorno l’ex manager del Liverpool ha chiesto disperatamente dei rinforzi, soprattutto a centrocampo, il reparto più falcidiato dagli infortuni in queste ultime settimane. In attesa del mercato di gennaio per il tecnico nerazzurro non arrivano buone notizie, perchè Ibrahim Afellay, 24enne esterno olandese del Psv, in scadenza di contratto a giugno, è passato ufficialmente al Barcellona per una cifra irrisoria, circa 3 milioni di euro. Un giocatore che sarebbe servito all’Inter per rinforzare il reparto d’attacco. Le ultime indiscrezioni di mercato parlano di un ritorno di fiamma della società nerazzurra per Beppe Sculli, esterno d’attacco del Genoa, già trattato in estate. L’affare non andò in porto negli ultimi giorni di mercato, anche perchè il giocatore non ha mai entusiasmato Benitez. La situazione d’emergenza costringe il tecnico spagnolo ad accettare qualsiasi rinforzo, resta un mistero la mancata risposta al Barcellona per Afellay, cinque anni più giovane del giocatore italiano con un prezzo accessibile. Il Genoa per Sculli chiede circa 5 milioni di euro, l’affare potrebbe concretizzarsi anche perchè in Liguria non c’è più Gasperini, mentore dell’esterno calabrese.

Claudio Ruggieri – www.calciomercatonews.com




© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top