Calciomercato Milan, Inter, Juventus e… – Cosa va e cosa serve: il punto squadra per squadra (Puntata 2)

Calcio

CALCIOMERCATO MILAN INTER JUVENTUS SERIE A – Siamo giunti alla seconda puntata della rubrica sull’analisi delle compagini della nostra Serie A 2011-2012. Uno sguardo su quello che va e su quello che invece è da correggere. In alcuni casi anche il mercato può essere una soluzione al problema. Ecco il dettaglio squadra per squadra.

ATALANTA

La squadra dimostra di avere un grande potenziale con i titolari ma le riserve non sembrano essere all’altezza del compito richiesto. Molti giovani nella rosa di Colantuono che certamente sono un ottimo investimento per il futuro della Dea.

BOLOGNA

Il problema è sempre lo stesso: manca l’uomo gol. Non si può pensare che Di Vaio tenga su la baracca per sempre. Ramirez predica nel deserto perché là davanti nessuno pensa a buttarla dentro. Acquafresca sembra l’ombra del grande attaccante d’area visto a Cagliari. Toni o Amauri si potrebbero rivelare utili alla causa rossoblù ed è tempo di approfittarne perché la Juventus svende.

CAGLIARI

Dopo un ottimo inizio di campionato, la compagine di Ficcadenti sta vivendo un momento di appannamento nel gioco e nei risultati. Per Gennaio qualche innesto in mezzo al campo e di un attaccante d’are potrebbero ridare linfa a questa squadra.

CATANIA

Il problema è in trasferta, quando la squadra di Montella fatica in maniera davvero esponenziale. Manca un attaccante possente che sappia tenere i palloni, far respirare la difesa e lanciare il contropiede in maniera efficace.

CESENA

Nonostante nella scorsa puntata la prima cosa ad essere chiesta fosse la testa di tutto l’ambiente è arrivata un’altra sconfitta e questa volta in casa. Il cambio di panchina si sentirà nelle prossime settimane ma il presidente Campedelli dovrà anche mettere mano al portafoglio perché la squadra non va in tutti e tre i settori.

CHIEVO

Il Chievo ha bisogno di gioventù: gente che corre, che da l’anima e non si risparmia in ogni circostanza soprattutto in mezzo al campo per avere sempre energie fresche a disposizione di Di Carlo. Segna poco ma le vittorie con 1 o 2 gol di scarto è una caratteristica di questo Chievo che stagione dopo stagione è sempre più una realtà del nostro campionato.

FIORENTINA

Salutato il tecnico serbo Sinisa Mihajlovic e dato il benvenuto al tecnico Delio Rossi, i giocatori non hanno più scuse. Serve grinta e determinazione perché una squadra come quella viola non può permettersi passi falsi come quello di Verona con il Chievo. Corvino deve mettersi al lavoro per un solo obiettivo: il sostituto di Alberto Gilardino che in questo momento non esiste.

GENOA

Se nel corso del mercato estivo fosse arrivato Gilardino, la squadra rossoblù avrebbe lottato ai piani alti sicuramente. Ma il primo pensiero della società in questo momento riguarda l’alluvione che ha colpito la città poco meno di una settimana fa.

INTER

L’Inter si è salvata da un’altra possibile umiliazione non disputando la gara con il Genoa? Impossibile dirlo. La squadra di Ranieri già benissimo in Europa, anche se gli avversari non sono del calibro del Barcellona o di quelle nel girone del Napoli. Nel mercato di Gennaio e in quello estivo poi serve una sterzata forte nella rosa. Via gente che non serve e dentro giocatori di qualità e giovani di spessore.

JUVENTUS

Perso il primo posto in classifica per non aver disputatola gara con il Napoli a causa del maltempo, a Vinovo si respira una buona aria comunque. La squadra di Conte sta girando a mille e la priorità della società è sfoltire l’ampia rosa a disposizione del tecnico ex Bari per risparmiare euro sugli ingaggi e monetizzare qualche cessione per poi re-investire in un top player in estate.

LAZIO

Dall’alto della classifica la Lazio si gode il momento ma pensa già alla prossima gara per cercare di mantenere la vetta. Per il mercato si pensa principalmente a piazzare i giocatori attualmente in esubero nella rosa di Reja.

LECCE

Il Lecce ritrova la vittoria in campionato ma la strada per la Salvezza è ancora lunga. Serve un uomo d’area perchè Corvia, Cuadrado e Ofere non sembra dare un apporto decisivo in avanti. Di Michele serve come il pane a questa squadra.

MILAN

Dopo lo spavento per Antonio Cassano le priorità sul mercato per i rossoneri diventano due. Un centrocampista con la stessa tempra di Gattuso e Flamini e un attaccante. Per il primo si fanno i nomi di Casemiro e di Muntari mentre in attacco è un rebus: Galliani ha detto di cercare un prestito ma non è ancora chiara la tipologia di attaccante ricercata dalla dirigenza rossonera, se un vice-Cassano o un vice-Ibra.

NAPOLI

Dopo le fatiche di Monaco il Napoli si è riposato in questo turno di campionato non avendo disputato la gara con la Juventus a causa del maltempo che ha colpito anche la Campania nel weekend. Sul mercato la priorità è sempre quella di trovare un giocatore in grado di poter far rifiatare a turno uno dei tre tenori, specie se la Champions League venisse prolungata anche a Febbraio.

NOVARA

Manca sempre un uomo gol là davanti. Meggiorini e Morimoto non sono mai stati dei veri uomini gol, hanno sempre segnato pochino. Il mecato di Gennaio potrebbe regalare un bomber. Di occasioni ce ne sono molte. Nel nostro campionato Toni, Amauri, Quagliarella, Inzaghi, Castaignos, Borriello potrebbero lasciare le rispettive società. Serve uno sforzo economico se si vuole restare in Serie A.

PALERMO

Uno schiaccia sassi al Barbera, una utilitaria che fatica ad accendersi in trasferta. Mangia e i suoi devono spiegare questa trasformazione incredibile. Può essere un problema di testa ma potrebbe anche essere dovuto al fatto che se la squadra di Mangia non comanda il gioco e subisce l’azione avversaria, fatica a coprire gli spazi. Una prima punta di pesa e un uomo che sappia gestire il pallone in mezzo al campo potrebbero risultare utili.

PARMA

Dopo la Lazio, il Parma dopo la sosta troverà l’altra capolista Udinese ad attenderla. Non è certo un calendario facile per gli uomini di Colomba che però non perdono punti contro avversarie dirette per la salvezza, tirando fuori le unghie quando serve. Occorre cercare di fare qualche punto anche con le grandi per arrivare ad una salvezza più tranquilla. In attacco Pellè deve mettersi a segnare altrimenti il vecchio, ma pur sempre efficace, Crespo potrebbe rubargli il posto.

ROMA

La Roma tira un sospiro di sollievo con il Novara grazie alle reti di Bojan e Osvaldo. Serve ancora qualche ritocco in tutti i reparti per far decollare il progetto di questa nuova Roma. Se si monetizza la cessione di Borriello, già a Gennaio potrebbe arrivare un top player.

SIENA

Il Siena è la sorpresa di questa prima parte di stagione con un gioco di buon livello e una buon posizione di classifica attuale, fin sopra le aspettative dei tifosi toscani. La squadra è giovane e dovrà cercare di non peccare di presunzione con il passare delle gare.

UDINESE

L’Udinese si gode la vetta della classifica, coronamento delle ultime splendide stagioni. Guidolin dovrà pensare ad una soluzione quando Di Natale non c’è. A Madrid la sua assenza si è fatta sentire là davanti e se non dovesse arrivare nessuno a Gennaio toccherà al tecnico trovare una soluzione alternativa.

Matteo Raimondi – www.calciomercatonews.com

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top