Calciomercato Inter, Paulinho si può fare ma non è ancora chiusa la trattativa. Il Milan a gennaio…. La parola all’Esperto

Calciomercato Inter: News di calcio mercato LIVE

 

CALCIOMERCATO MILAN INTER – Ben ritrovati con un nuovo appuntamento con il nostro esperto di mercato che risponderà alle domande che ci avete spedito. Prima di tutto vi ricordo di divenire fan della pagina personale su Facebook, cliccando qui, da questa pagina è anche possibile postare la domande da rivolgere all’esperto.

 

Salve caro esperto, ho letto la sua risposta sulla valutazione del mercato del Milan! Concordo con lei che Galliani e Braida sono 2 ottimi dirigenti, soprattutto il secondo che spesso è poco menzionato dalla stampa! A lui si deve l’arrivo di Kakà e Van Basten per citarne alcuni, ma anche di aver individuato quelli non arrivati che ora sono campioni come Higuain e Falcao, che il Milan poteva prendere per 2 briciole! Le colpe se il Milan non stà più nell’olimpo del calcio riguardano esclusivamente il signor Berlusconi ed i suoi continui capricci e dietrofront come quelli di questo ultimo mercato! Motivo per cui spero venda la società che con lui mi creda non ha futuro! Passando al mercato ritengo ci siano ottime risorse sia in attacco che in difesa, escluso il terzino e magari una punta di peso qualora Niang non si dovesse dimostrare all’altezza e quindi dovesse esser mandato in prestito! Riguardo il centrocampo non concordo con lei che lo ritiene completo! Come molti esperti hanno sostenuto al Milan manca qualità manca una regia! Non è un caso che Galliani abbia cercato di prendere Kakà ed anche El Kaddouri con l’aiuto del Genoa! Avendo visto tutte le partite e oggettivamente chiaro e lampante al Milan manca la luce che l’anno passato arrivava dai vari Ibra, Thiago, Van Bommel e ci aggiungo anche Seedorf! Secondo me il solo e fragile Montolivo non basta non crede? Qualcosa va fatto a gennaio per colmare questa lacuna! Sistemato il ruolo di mediano con De Jong, Ambro ed il ritorno di Strasser, sistemata la mezz’ala di movimento con Nocerino, Muntari ed Emanuelson, che continua a dichiarare di voler giocare a centrocampo, mancano oggetivamente un alternativa a Montolivo, ma soprattutto un alternativa al Boa, non crede? Secondo me per recuperare maggiore competitività e poter competere con Napoli ed Inter per i posti Champions bisogna acquisire elementi di qualità, se non prendi Kakà con le cifre del suo ingaggio ridimensionato si può secondo me puntare ad un centrocampista di qualità come Eriksen non crede? Saluti Francesco

 

Caro Francesco ben ritrovato, sul futuro del Milan io non credo sarà così grigio come tu dici, purtroppo il Fair Play Finanziario è di fatto già iniziato e come ben saprai sono già arrivate le prime sanzioni in giro per l’Europa. Di conseguenza un ridimensionamento del tetto ingaggi era indispensabile, così come è indispensabile avere un bilancio sano per poter investire nel mercato gli utili. Purtroppo i tifosi non sono mai troppo contenti e mi riferisco ai tifosi di qualsiasi squadra, che chiedono sempre di più dal mercato. La verità che è che il Milan non solo non aveva un bilancio sano e non aveva utili da investire, ma anzi, subiva costantemente una perdita di circa 60-70 milioni ogni esercizio. Questa situazione non era più sostenibile. Onestamente credo che la nuova politica posso mettere il Milan nella condizione di avere degli utili e di poter compiere investimenti significativi già dalla stagione prossima, anche se molto dipenderà dai risultati sportivi della stagione in corso, perchè qualora il club non dovesse partecipare alla prossima Champions League sicuramente ne risentirebbero anche le finanze. Riguardo al centrocampo non sono molto d’accordo, ma probabilmente parliamo di due cose differenti. Per intenderci in un ipotetico 4-3-1-2 quando parlo di centrocampisti intendo i tre giocatori davanti la difesa, e non il trequartista. Boateng è ormai un falso attaccante, come lo stesso Allegri lo ha definito, ed anche Kakà ed El Kaddouri sono giocatori molto offensivi, a mio avviso non schierabili nei tre di centrocampo. Da li nasce forse la nostra incomprensione. Tornando ai tre in linea hai scordato di citare due giocatori che a mio avviso potrebbero tornare utili nel corso della stagione, ovvero Flamini e Constant, senza citare Traorè che a mio avviso non si sta dimostrando all’altezza. Numericamente la squadra è più che al completo. Per Eriksen il discorso è diverso, il danese può essere schierato anche da mezz’ala nonostante la vocazione offensiva, ma credo comunque che sia difficile che il Milan possa acquistarlo a gennaio principalmente per due problemi. In primis le richieste dell’Ajax per questo giocatore sono molto elevate, in secondo luogo, come scritto sopra, la rosa del Milan è già al completo, anzi, con il rientro di Strasser e Muntari è forse in esubero a centrocampo e di conseguenza prima di acquistare qualcuno dovrà sicuramente compiere alcune operazioni in uscita prima. Riguardo al fronte offensivo è vero che per caratteristiche manca un vero e proprio vice Boateng, ma innanzitutto biosgnerà valutare se davvero Allegri abbia intenzioni di continuare con un 4-3-1-2 oppure se voglia passare ad un altro modulo, come ad esempio il 4-3-3 o il 4-2-3-1, perchè ti assicuro in casa Milan se n’è parlato. In qualsiasi caso, il Milan in attacco è comunque ben coperto a mio avviso, nonostante non abbia giocatori con le caratteristiche di Boateng.  Bojan, Robinho ed El Shaarawy sono giocatori molto duttili e sono in grado di giocare anche più lontani dalla porta, il compito di Allegri sarà quello di trovare una soluzione di gioco che permetta agli interpreti di far fruttare al meglio le loro potenzialità.

 

 

Salve esperto, avrei alcune domande sull’Inter: 1) Secondo lei l’attacco dell’Inter è al completo così oppure dopo la cessione di Pazzini sarebbe stato meglio comprare un vice Milito? Io personalmente avrei tenuto Longo. 2) Paulinho potrebbe arrivare a gennaio? 3) A suo avviso questa squadra ha il potenziale per vincere e per lottare fino alla fine o manca qualcosa? Se la risposta è si cosa manca a suo avviso? Grazie per l’attenzione.

 

Onestamente anche io credo che un giocatore dalle caratteristiche di Milito all’Inter sarebbe servito, l’argentino è l’unico veramente bravo a giocare dentro l’area di rigore e spalle alla porta ed è l’unico che ha una certa costanza nel segnare. Longo aveva bisogno di giocare e credo sia giusta l’idea di mandarlo in prestito, ma ora l’Inter si ritrova senza alternative a Milito e qualora l’argentino dovesse mancare per un qualsiasi motivo credo che i nerazzurri potrebbero trovare difficoltà a trovare la profondità. Qualcosa comunque potrebbe essere fatto a gennaio. Paulinho potrebbe arrivare, i contatti sono molto ben avviati ma non mi risulta che la trattativa sia già completamente chiusa come qualcuno ha scritto, anche se siamo decisamente a buon punto. Riguardo il giudizio della squadra io credo che questa Inter sia una buona squadra, ma la servirà tempo per trovare una propria identità. La difesa necessita ancora di una regolata, gli attaccanti non hanno ancora l’intesa giusta, ma con il tempo questi “problemi” potrebbero essere risolti. Onestamente però vedo l’Inter attualmente un gradino sotto la Juventus. Dire cosa manca è difficile, certo alcune carenze di rosa ci sono, quali appunto il vice Milito o a mio avviso un altro centrocampista, ma non è solo questione di uomini. Spesso gli equilibri di spogliatoio, le motivazioni e le condizioni fisiche dei giocatori possono essere un fattore molto determinante per l’andamento della stagione. Solo il tempo dirà cosa realmente manca a questa Inter.

 

Avete domande o curiosità di mercato alle quali vorreste avere una risposta? Postate le vostre domande nella pagina personale di Facebook che trovate ad inizio articolo, vi risponderà il nostro esperto.  Cosa aspettate?

 

Un abbraccio dal vostro esperto di mercato.

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top