Calciomercato Inter, per Paulinho quasi fatta e c’è un nome nuovo per l’attacco. Milan la strategia per gennaio… La parola all’Esperto

Calcio

 

ESPERTO MERCATO – Ben ritrovati con un nuovo appuntamento con il nostro esperto di mercato che risponderà alle domande che avete postato.Prima di tutto vi ricordo di divenire fan della pagina personale su Facebook, cliccando qui, da questa pagina è anche possibile postare la domande da rivolgere all’esperto.

 

Caro esperto grazie per la risposta, concordo con lei che oramai si va verso il 4-2-3-1, anche se stasera inspiegabilmente il mister cambia di nuovo modulo, 3-4-3, speriamo sia solo pretattica! Detto questo avendo deciso, come ammesso da Allegri di giocare con il doppio mediano a gennaio bisogna trovare giocatori funzionali a questo modulo non crede? Riguardo Boateng lei è rimasto l’ultimo donchisciotte a difendere il Boateng trequartista dopo che importanti esperti e importanti giornalisti e critici, ultimo Cerruti, hanno sottolineato quello che vado dicendo da tempo, Boateng non è un trequartista e se non bastasse anche Allegri ieri ha affermato: “ho sbagliato a dire che Boateng poteva fare il trequartista”! Da bambino quando andavo a scuola calcio mi insegnavano a giocare a testa alta e a cercare sempre il compagno libero e nella posizione nevralgica del campo giocava sempre chi aveva più visione di gioco e-o inventiva quelli come Boateng, che non avevano queste doti ma con fisico grinta e corsa venivano schierati a centrocampo! Quella di Boateng trequartista era una posizione che andava a completare un reparto offensivo che aveva in Ibra, Cassano e Robinho giocatori di grande fantasia e movimento che gli aprivano grossi varchi! Questa è la tesi che tutti condivodono tranne lei e probabilmente per cui è inutile parlarne ancora! Passando al mercato io non so a quanto ammonti il tesoretto ma credo come molti sottolineano che servano almeno quattro innesti: un terzino, un centrale un mediano con doti di regia ed un trequartista-mezzapunta! Sul terzino che mi può dire ariiverà in uno scambio con Mesbah-Vilà?Riguardo il resto del mercato secondo me il tesoretto se c’è va ripartito tra almeno 3 giocatori per cui non credo a piste troppo costose in difesa visto che Mbiwa va in scadenza cosi come Diakitè o Lugano considerato poi che in rosa ci sono già 5 centrali! Io credo che le risorse vadano investite sul centrocampo secondo me uno come Cigarini serve molto al Milan perchè ha sia buone doti offensive che difensive come regista e spero onestamente che Galliani lo porti a casa! Riguardo a Montolivo concordo con lei che può giocare anchè più avanti ma temporaneamente anche perchè lui il trequartista non vuole farlo e si fidi non lo fa neanche in nazionale dove con marchisio partono larghi per poi accentrarsi ed inserirsi! Credo che il mercato debba completarsi con un trequartista, ma Kakà non lo danno via a 0 e se Eriksen come dice lei costa tanto, ma ho letto ultimamente che il suo contratto scade nel 2014, chi potrebbe arrivare? Quanto potrebbe spendere il Milan per prendere un fantasista sapendo che per questo tipo di giocatore sul mercato ci vogliono almeno 15 mln? Secondo lei è possibile questo mercato ? E con esso il Milan può raggiungere l’Europa League dato che per la Champions, oramai ci sono squadre più attrezzate ed avanti del Milan? Saluti Francesco.

 

Caro Francesco ben ritrovato, sul modulo siamo abbastanza d’accordo, anche se viste le ultime dichiarazioni di Allegri non mi stupirei se dovesse riproporre una difesa a 3, in quanto, al di la dei numeri e di quello che spesso pensa la gente, offre spesso più copertura di una difesa a 4. Di fatto in fase di non possesso diventa una difesa a 5, con Abate e De Sciglio che verranno schierati a centrocampo e si sommeranno ai 3 centrali anzichè due, come è sempre stato fino a prima della partita di Malaga. Questo aspetto però deve far riflettere, Allegri cerca più copertura dietro, o con il doppio mediano o con i tre centrali di difesa, ma questo è dovuto dal fatto che, come spesso ti ho ripetuto, la difesa del Milan risulta attualmente molto fragile e vulnerabile. Per questo motivo il Milan resta molto vigile sul mercato dei centrali di difesa, anche se, come detto la scorsa volta, non è sicuro che un centrale verrà acquistato a gennaio, perchè si cerca un centrale di livello e spesso i prezzi sono molto elevati. Sul terzino sinistro qualcosa potrebbe essere fatto, però da quanto mi risulta la dirigenza è molto soddisfatta anche del rendimento di De Sciglio, impiegato spesso in quella fascia, e potrebbe decidere di sfruttare quest’anno di transizione per completare la sua crescita ed averlo ancora più maturo il prossimo anno. Sarebbe un ottima base da cui ripartire. A centrocampo qualcuno arriverà, ma non è sicuro che arrivi qualcuno anche dalla trequarti in su, soprattutto per una ragione numerica, in parole povere, i rossoneri dovranno prima lavorare bene in uscita. Su Boateng trequartista abbiamo visioni differenti, non metto in dubbio quello che tu dici sulle caratteristiche del ghanese, anzi, ne sono perfettamente consapevole, io stesso ho definito Boateng un trequartista atipico, ma credo che le sue doti di inserimento e i suoi colpi possano permettergli di fare molto bene giocando relativamente vicino alla porta. E onestamente, al di la dei diversi punti di vista che uno può avere penso che Boateng quando stava bene sia dal punto di vista fisico che mentale, lo abbia dimostrato sul campo.  Montolivo  ha invece caratteristiche più consone a quel ruolo a livello di visione di gioco, sono d’accordo sul fatto che potrebbe essere una soluzione provvisoria, ma onestamente in questo Milan spento lo vedo uno dei giocatori più ispirati e credo che dovrebbe giocare un po’ più vicino alla porta, soprattutto in questo momento dove Boateng non sta attraversando un grande momento. Al Milan servono idee anche in zona offensiva e soprattutto i tiri e gli inserimenti anche dei centrocampisti, in questo senso Montolivo può essere molto utile.

 

Buongiorno esperto, sono un tifoso interista e credo che la nostra squadra con qualche piccolo innesto possa competere con Juve e Napoli per lo scudetto. A questo punto le chiedo quali sono i principali obiettivi per gennaio?

 

Il mercato dell’Inter sarà concentrato su due giocatori, ovvero un centrocampista e un vice Milito. A centrocampo mi risulta ci siano stati importanti passi avanti per Paulinho, salvo colpi di scena il brasiliano terminerà la stagione nella Milano nerazzurra, mentre per la punta il discorso è leggermente più complesso. Se a centrocampo c’è già un obiettivo concreto in avanti sono diversi i nomi nel taccuino dei nerazzurri, in primis è concreto l’interesse per Llorente, l’Inter ha avviato i contatti anche se per ora si parla solo di sondaggi. Se le richieste dell’Athletic Bilbao non saranno esagerate l’Inter ci proverà, altrimenti si ripiegherà su altro. La pista Denis è complicata in quanto l’Atalanta non vorrebbe privarsi del suo bomber a gennaio, ma c’è un nome nuovo in casa Inter, il rumeno Stancu. Nessuna richiesta ufficiale, ma mi risulta siano già stati fatti dei sondaggi con l’Orduspor sulla disponibilità a cedere il giocatore già a gennaio.

 

Avete domande o curiosità di mercato alle quale vorreste avere una risposta? Postate le vostre domande nella pagina personale di Facebook che trovate ad inizio articolo, vi risponderà il nostro esperto. Cosa aspettate?

 

Un abbraccio dal vostro esperto di mercato.

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top