Juventus, Chiellini: ‘Finale di Coppa Italia? Avrà un sapore speciale’

Calcio

chiellini

Giorgio Chiellini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa Italia contro la Lazio. Ecco le sue dichiarazioni: “Questa finale è speciale perché è una coppa che manca da troppo tempo. In dieci anni abbiamo giocato una finale e non ci è andata giù di averla persa. Abbiamo conquistata sprecando energia e ci teniamo a vincerla. Il nostro pensiero è solo alla partita di domani”.

SUL TRIPLETE – “La nostra forza è stata di pensare passo dopo passo e non guardare troppo lontano. Queste finali le abbiamo conquistate facendo un passo alla volta e ora concentriamoci su quella di domani. Avremo tempo per pensare al Barcellona e parlare di triplete è presto, abbiamo ancora tanta strada da fare”.

SUL CALCIO ITALIANO – “C’è stato un miglioramento e i segnali sono positivi. E’ un peccato che Napoli e Fiorentina non sono riusciti ad andare in finale. Ora come movimento il compito è di dare continuità e puntare al terzo posto del ranking che permette di avere una squadra in più in Champions”.

SULLA SUPREMAZIA DEI BIANCONERI – “E’ impossibile stancarsi di vincere. Sono quattro anni che vinciamo in Italia ma personalmente sono stato sei anni senza vincere niente. Non è facile: per arrivare all’obiettivo ci sono stati tanti momenti in cui abbiamo dovuto tirare fuori il meglio. Spero che continui così a lungo, sarà sempre più difficile ma la voglia di vincere e festeggiare non deve mai mancare”.

SU FELIPE ANDERSON – “Neymar e Ronaldo? Credo si sia meritato di non essere paragonato a nessuno perché è cresciuto molto e ha dimostrato di essere un calciatore importante e non soltanto una promessa del calcio italiano. Spero domani non sia bene (ride, ndr) e può essere considerato un emblema del campionato fatto dalla Lazio. La sua esplosione ha permesso ai biancocelesti di fare un salto di qualità importante”.

SU SUAREZ – “Non ci sono problemi. Non ho rancore, non ho niente. Marcherò lui, come ho marcato Ronaldo. L’unica cosa che mi è dispiaciuto è essere uscito dal Mondiale”.

DALLA B ALLA CHAMPIONS – “E’ un orgoglio per me dopo tutto quello passato alla Juventus. Ne parlavo con Buffon e Marchisio: ne abbiamo passato tante ed è bello potersi godere una partita del genere”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com

 

Tags:

© 2013. Calciomercatonews.com - Tutti i diritti riservati

Testata web registrata p.sso: Registro ROC N° 17082

NextMediaWeb srl P.iva 09689341007

Back to Top