L’Esperto: “Il Milan tornerà ad investire maggiormente tra una o due stagioni”

ROMA – Ben ritrovati con un nuovo appuntamento con il nostro esperto di mercato che risponderà alle domande che ci avete spedito. Cominciamo.

SONO UN TIFOSO MILANISTA DI VECCHIA DATA ED IN QUESTO MOMENTO SONO PROFONDAMENTE DELUSO DALLA SOCIETA’ ED IN PARTICOLAR MODO DAL NOSTRO GRANDE PRESIDENTE. DOV’E’ IL BERLUSCONI CHE COMPRAVA VAN BASTEN, GULLIT ECC.? ALLORA INVESTIVA E PROGRAMMAVA PER FARCI DIVENTARE LA PRIMA SQUADRA AL MONDO ED ORA……. PREMETTO CHE QUEL PRESIDENTE RESTERA’ SEMPRE NELLA STORIA DEL MILAN PERO’ ORA TEMO CHE SIA MEGLIO CHE IL SI FACCIA DA PARTE O ALMENO CI PARLI CHIARAMENTE DEI SUOI PROGRAMMI FUTURI. IL PRESIDENTE DEVE ESSERE ONESTO E DIRE CHE LEO HA ALLENATO UNA SQUADRA SEMPRE PIU’ VECCHIA E SENZA KAKA’ E PAOLO MALDINI, SENZA CHE LA SOCIETA’ GLI ABBIA COMPRATO UN GIOCATORE (ECCEZZION FATTA PER HUNTELAAR). CERTO SE IL POVERO LEO AVESSE POTUTO CONTARE SU UNA ROSA PIU’ COMPETITIVA SAREBBE STATO DIVERSO, MA SENZA PROGRAMMAZZIONE E SOLDI NON SI VA LONTANI. ALLORA CARO PRESIDENTE O TORNI AD INVESTIRE E PROGRAMMARE O PASSI LA MANO IN MODO DA ESSERE RICORDATO COME IL PRESIDENTE PIU’ VINCENTE E NON ROVINARE TUTTO QUELLO CHE DI BUONO HAI FATTO IN QUESTI ANNI E CON TANTI SACRIFICI. MI PERMETTO DI DARE QUALCHE CONSIGLIO PER IL PROSSIMO MILAN SE LA SOCIETA’ VORRA’ INVESTIRE: PORTIERI: – SI POTREBBE RESTARE CON ABBIATI – STORARI E ROMA. O MEGLIO ANCORA PRENDERE UNO TRA : LLORIS – MARCHETTI – D.ALVES. DIFENSORI: SE PARTE ZAMBROTTA CI VORRANNO DUE TERZINI, IO SCEGLIREI TRA: BALE – AOGO – CLICHY – KOLAROV – RADU – ADRIANO – RAFINHA. POI CI SERVE COME IL PANE ALMENO UN FORTE CENTRALE DIFENSIVO MIRANDA – MEXES – RAMI – GODIN – TOLOI. CENTROCAMPISTI: PENSO CHE SI DOVREBBERO INSERIRE 2 O 3 NUOVI CENTROCAMPISTI TRA PASTORE – HERNANES – PEDRO LEON – GOULAN –  JUCILEI – LABYAD – MONTOLIVO – VARGAS. ATTACCANTI: HUNTELAAR POTREBBE TORNARE UTILE, IO PRENDEREI DZEKO O TORRES SE NON SARA’ POSSIBILE  PRENDERLI PUNTEREI SU LUKAKU E BALOTELLI. COME ALLENATORE PENSO CHE ORMAI CON LEO CI SIA POCO DA FARE, PECCATO, BISOGNA NON SBAGLIARE ED ALLORA BISOGNA PENSARCI BENE E VALUTARE TANTO. IL PROSSIMO ANNO BISOGNA INCOMINCIARE A GETTARE LE BASI PER UN’ALTRO MERAVIGLIOSO CICLO, IO SPERO CON BERLUSCONI, SE POI NON SARA’ POSSIBILE CON UN’ALTRO GRANDE PRESIDENTE. SALUTI A TUTTI E SEMPRE FORZA MILAN. MA IL  22 MAGGIO TUTTI A GRIDARE FORZA BAYERN! AMEDEO AVALLONE.


Caro Amedeo, quello che hai scritto rispecchia il pensiero di moltissimi tifosi milanisti che stanno scrivendo in questo periodo,  ma credo che attualmente le prospettive non siano delle più rosee. Il presidente Berlusconi non sembra aver alcune intenzione di vendere la società ne, per il momento, di tornare ad investire come succedeva fino a qualche anno fa. La società ha intrapreso questa nuova politica  l’anno scorso e continuerà a portarla avanti ancora per diverso tempo. Quindi escludi almeno attualmente nel mercato grandi investimenti, in porta è probabile che si punterà su Storari ed Abbiati se Dida dovesse partire, in difesa attualmente l’unico obiettivo per il ruolo di centrale è Astori, oltre a Yepes che è già arrivato. Inoltre di terzini ne arriverà soltanto uno in quanto Zambrotta dovrebbe rimanere. Anche il centrocampo sarà meno rinforzato di quanto hai scritto, attualmente si pensa soltanto ad un acquisto per questo reparto e potrebbero diventare al massimo due, non certo tre. In attacco voglio farti notare che qualora dovesse essere confermato Huntelaar difficilmente arriverà un altro attaccante, quindi la società dovrà fare una scelta. Escludi comunque da subito Balotelli che per motivi economici e di rivalità con l’Inter è l’acquisto più improbabile tra quelli che hai citato.  Anche Torres è assolutamente fuori portata e rimane qualche timida possibilità per Dzeko. Quello che voglio precisare a tutti però è questo, come ho detto prima il Milan ha intrapreso questa politica e la porterà avanti ancora per molto, questo vuol dire mercato sempre povero? No, questo significa cercare di ridurre i costi per avere maggiori utili da investire nel mercato, è un progetto che richiede qualche anno per essere completamente efficiente, quindi oltre allo scorso mercato e a quello attuale anche il prossimo potrebbe non essere un mercato al livello di altre grandi squadre, ma quando il progetto sarà a pieno regime allora anche il Milan potrà intervenire in maniera più consistente nel mercato.

Salve esperto, grazie per la risposta, lei è uno dei pochi ad inquadrare bene la situazione milanista la quale conferma ,secondo la sua tesi sul bilancio, che la risposta Fininvest sui famosi 237 mln investiti è una pura balla per prender in giro i tifosi così come gli investimenti per futuri importanti traguardi. Tutti gli acquisti fatti negli ultimi 5 anni diversamente da quello che afferma il comunicato sono stati finanziati dalle cessioni di Kakà, Sheva, Gila, Oliveira e dalle 2 vittorie  champions 2003-2007. Onestamente mi aspettavo che quando Galliani dicesse “Berlusconi è innamorato del milan ma non farà nessuna follia” intendesse dire non spenderemo 180 mln come Moratti ma neanche nessuna pazzia come gli 0 euri che si prospettano. La via di mezzo sarebbe stata quella più giusta. Passando al mercato se ho ben capito queste sono le possibilità: Yepes-Astori-Aogo in difesa, Leon o Ederson a centrocampo con la possibilità Goulon se la società la ritenesse un opportuna  coglierla ed infine una punta esterna. Vorrei ricordarle che  Galliani l’aveva sventolata ai tifosi prima e dopo la chiusura del mercato di riparazione: “una via di mezzo tra Pato e Dinho”. Quali  sarebbero i nomi più accreditabili e possibili? Io sono fermo a Gameiro, su Rossi ci sono possibilità? Secondo quello che lei mi dice Huntelaar potrebbe rimanere ma onestamente x quello che si è visto non è un giocatore da Milan e sicuramente lui vuole andare via. Quindi nel caso,come è molto probabile, venga ceduto l’unica ipotesi abbordabile rimarrebbe Lukaku a quanto pare. Poi le faccio una domanda se la dirigenza decide di mandare in prestito Adiyiah è possibile che arrivi Eder una mezza punta che in B sta facendo tanto bene? Gattuso potrebbe partire? Infine un parere: può una squadra rafforzata in questo modo competere per le prime posizioni? Non esiste il rischio che per non spender qualche mln in più quest’anno l’anno prossimo se ne perdano altri 70? Grazie per l’attenzione cordiali saluti Francesco.


Caro Francesco, il mercato potrebbe essere a grandi linee quello che hai delineato tu e che io stesso ho illustrato più volte, chiaro è che c’è ancora del tempo e le cose potrebbero cambiare, sia a livello di nomi che di strategie, l’esperienza insegna che in campo di marcato possono succedere cambiamenti di rotta stravolgenti. Diciamo però che attualmente il mercato del Milan è su quella linea. Per quanto riguarda le dichiarazioni di Galliani ti invito a non dargli grandissimo peso, spesso se è lasciato scappare alcune dichiarazioni che poi non si sono rivelate vere, oltre ad aver negato la cessione di Kakà ricordo che l’anno scorso aveva sbandierato l’acquisto di una seconda punta, salvo poi andare a cercare nel mercato uno prima punta come Luis Fabiano e Huntelaar. Come ti ho detto poi la scorsa volta dipenderà con che modulo giocherà il Milan la prossima stagione, ancora non è ben chiaro chi sarà con certezza il prossimo allenatore anche se nonostante il nome di Van Basten queste ultime ore abbia preso piede, da quello che mi risulta rimane Galli il candidato numero uno. Detto questo è chiaro che ogni allenatore ha un suo credo calcistico e un suo modulo che predilige, non è dunque certo che il Milan il prossimo anno giocherà a 3 davanti, ovvero con i due esterni. Quello che comunque posso dirti è che il Milan sta seguendo Eder, ma niente di veramente concreto attualmente, mentre la pista Gameiro sembra essere ormai soltanto una vecchia idea e Rossi non è mai stato trattato. Per quanto riguarda Adiyiah, probabilmente verrà dato in prestito, mentre Gattuso dopo che Galliani lo ha convinto a rimanere dovrebbe restare ancora rossonero, salvo che lo stesso ringhio non ritorni a bussare in società, in quel caso potrebbero esserci alcune possibilità. Concludo dicendo che come ti ho più volte detto una squadra non fa un buon mercato solo spendendo molto, può anche spendere poco e bene e risultare più competitiva di altre squadre che investono cifre maggiori, questo è quello che cercherà di fare il Milan anche quest’anno, certo è che vincere è difficile e a mio avviso si, la possibilità di restare fuori dalla Champions potrebbe essere un ipotesi da prendere in considerazione, ma credo che questo discorso sia da rimandare alla fine del mercato, quando potremo valutare in definitiva la rosa del Milan e di tutte le altre squadre di fascia alta o medio alta.

Avete domande o curiosità di mercato alle quali vorreste avere una risposta? Scriveteci all’indirizzo [email protected], vi risponderà il nostro esperto. Cosa aspettate?

Un abbraccio dal vostro esperto di mercato.

Clicca QUI per leggere tutte le altre puntate della rubrica “L’Esperto”.