Calciomercato Juventus: il rinnovo di Marchisio è un mistero

TORINO – Storia recente di Claudio Marchisio, passato nel breve volgere di un’estate da totem bianconero a flop azzurro. Se fosse un film, sarebbe “La caduta degli dei”. Fino a ieri il centrocampista bianconero era uno dei pochissimi juventini intoccabili. Incedibile. L’enfant du pays doveva essere l’architrave del nuovo palazzo bianconero. La sua discesa comincia al Mondiale, quando il ct Lippi ha la poco brillante idea di schierarlo sulla trequarti, alle spalle delle punte. Al ritorno in patria, lo juventino doc subisce la corte dell’Inter. «Non posso parlare molto di questa situazione – scrive su Facebook – ma almeno vorrei ribadire la mia grande voglia di indossare per sempre questa maglia». Il tifo bianconero non gradisce. Le perplessità si impastano con il timore di vederlo indossare la maglia dei carissimi nemici. L’affare salta subito, e Marchisio batte cassa: un milione a stagione non basta più, ne vuole tre. La polemica impazza sul web, creando qualche imbarazzo in corso Ferraris: «Anche ieri nessuna novità sul rinnovo – scrive il centrocampista sul social network – onestamente dopo due mesi comincio a essere pessimista». La Juve replica, sottolineando il suo «interesse a trovare un accordo congruo». Poi, a Bari, Marchisio incappa in una giornata no: prima il black out in occasione del gol decisivo di Donati, poi l’infortunio che lo mette fuori uso per dieci giorni. Nelle gerarchie di Del Neri, la coppia di centrocampo Aquilani-Melo passa in testa. Prosegue intanto il tira e molla sul fronte del contratto, a maggior ragione ora che l’altro totem Chiellini sembra a un passo dal rinnovo fino al 2015 con il raddoppio dell’ingaggio: da due a quattro milioni. «E’ tutto fermo – rivela l’agente, Pallavicino – l’ultima volta c’erano differenze di vedute e di cifre». Il giocatore vorrebbe triplicare il suo stipendio, Marotta offre due milioni. «La Juve, comunque, ha dato la disponibilità a trattare. Entro fine mese ci incontreremo di nuovo», conclude Pallavicino.

Fonte: Timothy Ormezzano per “Leggo”

La Redazione di Calciomercatonews.com