Calcio, Beretta a tutto tondo: “Cassano e Balotelli? Ai Mondiali sarebbe andata ugualmente. Scudetto? Dico Inter”

ROMA – Dopo la roboante vittoria dell’Italia per 5-0 sulle Isole Far Oer e in vista di un campionato ancora tutto da giocare, Calciomercato.it ha contattato in esclusiva l’ex tecnico di Siena e Torino, Mario Beretta, per un commento sulla prestazione della nuova Nazionale targata Prandelli, un pronostico sullo scudetto e sulla squadra rivelazione della Serie A 2010-2011.

NAZIONALE – Le Isole Far Oer non è certamente un avversario di livello, ma per il 51enne tecnico milanese, il successo dell’Italia è importante soprattutto per la ventata di entusiasmo che può regalare: “Vincere non è mai facile, lo abbiamo constatato nel precedente turno di qualificazione agli Europei nel quale tante formazioni di caratura elevata hanno steccato contro squadre sulla carta inferiori. Sicuramente le Isole Far Oer non sono tra gli avversari più temibili ma credo sia giusto fare comunque i complimenti alla squadra di Prandelli per la prestazione fornita. Sono vittorie importanti soprattutto per l’entusiasmo che regalano ad una squadra che ha appena iniziato un nuovo corso”.

CASSANO-BALOTELLI-LIPPI – I due talentuosi attaccanti – per molti inspegabilmente esclusi da Lippi dalla spedizione azzurra in Sudafrica – sono le principali novità della gestione Prandelli. Beretta non ritiene tuttavia che la loro presenza avrebbe influito sull’andamento del Mondiale azzurro: “In Sudafrica la Nazionale aveva tanti altri giocatori di qualità. Non credo che la loro presenza avrebbe cambiato il percorso dell’Italia perché non bastano due giocatori per spostare in modo così netto gli equilibri. Lippi ha fatto le sue scelte,è andato avanti coerentemente confermando il suo gruppo, quello non dobbiamo dimenticare ha vinto il Mondiale in Germania”.

CORSA SCUDETTO – Il calciomercato ha sicuramente modificato gli equilibri in vista della corsa scudetto. Ma Beretta vede ancora come favorita l’Inter: “Sicuramente il Milan con gli acquisti di Ibrahimovic e Robinho e la Roma con quelli di Borriello e Adriano, sono riuscite a ridurre il gap che le separa dai nerazzurri, ma ritengo che la squadra di Benitez sia ancora la maggiore accreditata per la vittoria del tricolore. La Juventus? Credo parta un pò indietro: è stata rifondata tanto a livello societario quanto a livello tecnico. Devono avere il tempo di trovare la quadratura del cerchio”.

RIVELAZIONE GENOA – Potrebbe essere la formazione di Gasperini la sorpresa di questo campionato: “Il Genoa ha fatto una buonissima campagna acquisti – ha sottolineato l’allenatore lombardo ex Parma -. Ad un nucleo consolidato di giocatori, hanno aggiunto elementi di qualità per completare la rosa. Al momento ritengo sia la squadra che opera meglio a livello nazionale”.

MIGLIOR AFFARE DI MERCATO – Un ultima battuta Beretta l’ha dedicata al miglior affare della sessione di mercato estiva appena conclusasi: “Credo che lo scettro del miglior affare se lo contenderanno Genoa e Napoli, con Toni e Cavani”.

Fonte: Calciomercato.it

La Redazione di Calciomercatonews.com