Calciomercato Milan, Inter e Juve: valzer di attaccanti in vista di gennaio

CALCIOMERCATO MILAN INTER JUVE – Si avvicina il calciomercato di gennaio e si fanno più roventi le trattativa di Milan, Inter e Juventus tutte alla ricerca di una punta di valore per risolvere i loro problemi offensivi:
Cassano: Il conto alla rovescia è cominciato. Da tempo. Cambierà poco o nulla il verdetto del Collegio arbitrale per il suo destino alla Samp. Il rapporto è finito e Cassano è, oggi, il grande dilemma del mercato invernale. Dove andrà? Milan e Inter (davanti alla Juve) sono le pretendenti più accreditate, da escludere la Fiorentina. Si sono auto-tagliati fuori sia Lotito che lo scatenato Zamparini (che, finora, si è dato molto da fare per i colpi di difensori e centrocampisti). Cassano, insomma, non resterà a Genova. Questa è una certezza assoluta, il resto è ancora da decifrare.
Paloschi: E’ tornato ad allenarsi e già questa è una buona notizia. Per il Parma, naturalmente, e anche…per il Milan. E’ l’uomo sul quale i rossoneri potrebbero puntare per trovare il sostituto di Inzaghi a gennaio. E’ in comproprietà con gli emiliani, che non vorrebbero privarsene. Perché per Ghirardi, Paloschi, è più di un figlio. Lui torna, oggi difficilmente giocherà in Coppa Italia contro la Fiorentina. Ma questo conta poco, conta di più sapere che a gennaio, ormai alle porte, sarà oggetto del desiderio. Rossonero e gialloblù.

Floro Flores: E’ un’operazione, questa, che potrebbe essere legata al destino di Paloschi. Ma non solo, potrebbe anche essere indipendente a ciò. Il Parma lo vuole, ha fatto un’offerta per l’attaccante dell’Udinese. E’ l’uomo ideale per Marino per il completamento del reparto offensivo. Di sicuro qualcosa succederà. A Udine è difficile che rimanga.

Maxi Lopez: Incide, sulla valutazione di mercato, la flessione dell’argentino. Incide, eccome, in questo caso. E pesa sulla valutazione che ha dato il Catania del giocatore: 16 milioni. Maxi Lopez è entrato in una spirale negativa, la Juve sta forse facendo qualche passo indietro. L’obiettivo rimane tale, ma l’esborso richiesto dal Catania è ingente, forse troppo…
Ronaldinho: Una panchina dietro l’altra, la voce che il Milan cerca un attaccante all’altezza. E l’America sempre all’orizzonte. Ronaldinho ha il contratto che scade a giugno con i rossoneri, ma già sembra un separato in casa. Il suo rapporto con la società si è quasi esaurito del tutto, resta l’imprevedibilità legata alle decisioni/convinzioni di Berlusconi. Dal Brasile spinge il Palmeiras, ma questa è un’ipotesi che Dinho non prende al momento in considerazione. Ci sono i Galaxy. E qualcosa in America succederà. Anche il suo morale, viste le amarezze di quest’anno, è al livello della panchina. Cioè, seduto.

Fonte: www.gazzetta.it

La redazione di www.calciomercatonews.com