Calciopoli, scudetto 2006 Inter-Juventus: Moratti va da Palazzi…

CALCIOPOLI SCUDETTO 2006 INTER JUVENTUS MORATTI PALAZZI – La Federcalcio non vuole rovinare la festa di Abu Dhabi dell’Inter, però Massimo Moratti al suo rientro in Italia troverà la convocazione del procuratore federale Stefano Palazzi. Domanda scontata: perché proprio ora a distanza di 220 giorni dall’esposto Juve che chiedeva un «analogo trattamento» da parte della giustizia sportiva, alludendo al coinvolgimento dell’Inter nelle intercettazioni bis e chiedendo la revoca dello scudetto 2006 assegnato a tavolino al club di Moratti? Abete ha già risposto: «Bisogna far partire il conteggio dal momento in cui le telefonate sono state depositate dal perito Roberto Porto alla cancelleria del Tribunale di Napoli» . In ogni caso, l’inchiesta prende ufficialmente il via. Chi sentire Anche se l’incontro non è stato per ora calendarizzato, Palazzi chiamerà il presidente dell’I nter, e forse altri dirigenti nerazzurri. E’ probabile che per non dare il segnale di un «accanimento» vengano sentiti anche dirigenti di altre società protagoniste nelle intercettazioni bis «scoperte» dalla difesa di Moggi e degli altri imputati. Scudetto 2006 Il cuore dell’inchiesta, quello che dribbla ogni rischio di prescrizione, è l’ipotesi della revoca dello scudetto del 2006, quello che l’allora commissario Guido Rossi assegnò all’Inter, prima classificata dopo lo scoppio di Calciopoli. Molte telefonate entrate nell’inchiesta riguardano l’allora presidente Giacinto Facchetti, scomparso nel 2006, con l’ex designatore Bergamo, l’ex arbitro De Santis, l’ex designatore degli assistenti Mazzei. Potrebbe essere sentito anche l’ex arbitro Nucini che per primo parlò a Facchetti di un «sistema» che mirava a favorire la Juventus.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

La redazione di Calciomercatonews.com