Milan-Inter, la Sud non perdona Leonardo…

MILAN-INTER, LEONARDO – È iniziata la settimana più intensa, sentimentalmente parlando, della vita sportiva di Leonardo. Al di là delle dichiarazioni pubbliche che ci sono state e che arriveranno, è innegabile che il derby di sabato sera provocherà scombussolamenti di ogni genere nella pancia dell’allenatore dell’Inter, rossonero – in campo, dietro la scrivania e in panchina – per 13 anni.

I PIU’ FERITI Di dichiarazioni sul “tradimento” di Leonardo se ne sono lette tante ultimamente sul fronte milanista: da Berlusconi a Galliani, passando per tutti quei giocatori che sono stati allenati dal tecnico brasiliano. Parole a volte di indifferenza, raramente dure, spesso di comprensione. Solo da un settore dell’ambiente rossonero sono arrivate critiche, polemiche e soprattutto insulti: il tifo organizzato. La Curva Sud è quella che si è sentita maggiormente ferita dalla scelta di Leonardo di accettare la proposta di Moratti. Gli ultras nella passata stagione si erano schierati con l’ex allenatore nella diatriba con il patron Berlusconi, arrivando a esporre uno striscione in occasione dell’ultima giornata di campionato: «Mister e ragazzi: promossi per l’impegno; presidente bocciato: assente ingiustificato». Poi è successo quello che si sa: il patron che acquista Ibrahimovic & C. e riconquista l’affetto della gente, Leonardo che tradisce e viene pesantemente insultato – per la prima volta – il 9 gennaio a San Siro durante Milan-Udinese.

COREOGRAFIA Ovviamente la coreografia che la Curva Sud sta preparando, e monterà a San Siro fra venerdì e sabato mattina, sarà dedicata all’ex idolo. Sarà qualcosa di maestoso e di ironico (ma dai vertici del tifo organizzato fanno sapere che non potranno controllare eventuali striscioni più pesanti preparati da singoli o da piccole fazioni) e che colpirà al cuore elemento tanto caro a Leo – il brasiliano ora nerazzurro. Sarà però solo nel prepartita e nel corso della gara stessa che i tifosi rossoneri si concentreranno su Leonardo, prima gli ultras – non tutti, visti gli impegni di preparazione della coreografia – si dedicheranno alla squadra: sabato mattina, infatti, è previsto un raduno, non ufficiale, ma montato via via su internet, a Milanello dove la squadra si troverà in ritiro in attesa della partita serale. Un modo per far sentire tutto il sostegno ai ragazzi di Allegri a poche ore dal match decisivo della stagione.

A LEZIONE DA VELASCO In attesa di conoscere quello che la Sud gli riserverà, ieri Leonardo ha saltato l’allenamento dell’Inter per seguire nel Museo del calcio di Coverciano una lezione di Julio Velasco (attuale ct della nazionale maschile di volley dell’Iran), aggiornamento post master che aveva saltato a febbraio. Leonardo insieme fra gli altri – a Del Neri, Mazzarri, Montella e Guidolin, ha parlato di gestione del gruppo, fase difensiva, verticalizzazioni e soprattutto delle difficoltà tecniche del calcio italiano rispetto a quello europeo.

Fonte: Tuttosport