Calciopoli, Inter Juventus: Moratti e Palazzi oggi faccia a faccia

CALCIOPOLI JUVENTUS INTER MORATTI PALAZZI – Massimo Moratti e Stefano Palazzi faccia a faccia. Dopo gli annunci del procuratore federale e le critiche del presidente dell’Inter ( « convocazione ridicola » ) oggi i due si ritroveranno, l’uno di fronte all’altro. Palazzi porrà dei quesiti, Moratti sarà chiamato a rispondere. Alla base di tutto il ricorso con il quale la Juventus ha chiesto la revoca dello scudetto del 2006 assegnato a tavolino all’Inter ma vinto sul campo dai bianconeri. Fu uno dei due titoli cancellati dalla giustizia sportiva per effetto di Calciopoli. Le intercettazione scovate dagli avvocati di Luciano Moggi hanno indotto la Juventus a chiedere una «rivisitazione» della vicenda perché, a parere del club bianconero, i comportamenti tenuti dall’Inter non legittimano l’assegnazione del titolo, una assegnazione subordinata al fatto che nessuna ombra si sarebbe addensata sul club nerazzurro.

A DOMICILIO -Con una prassi diversa rispetto a quella solita ma in linea rispetto alle audizioni di presidenti, Stefano Palazzi ascolterà Moratti a Milano e non a Roma. Una forma di cortesia che la Procura federale segue nei casi in cui sono coinvolti i principali responsabili dei club. Non solo. Anche la data dell’audizione è stata condordata tra le parti. Moratti, a dir il vero, si era dichiarato disponibile anche ad essere ascoltato a Roma ma Palazzi, anche considerando le tensioni che hanno caratterizzato su questa vicenda i rapporti tra l’Inter e la Federazione, ha ritenuto opportuno confermare questa linea di« attenzione e rispetto».

SEGRETEZZA -Palazzi cercherà di tenere «coperto» il più possibile luogo e ora dell’incontro, cosa che, d’altro canto, ha sempre fatto. Ma è evidente che i posti in cui potrà avvenire l’incontro non sono numerosissimi (la Saras o il non lontano studio del legale dell’Inter, Angelo Capellini). Fermo restando che la convocazione ufficiale è nella sede del club.

Fonte: Corriere dello Sport