Home Archivio articoli Inter, Zanetti suona la carica: non ci sono intoccabili

Inter, Zanetti suona la carica: non ci sono intoccabili

CONDIVIDI

INTER ZANETTI MOURINHO – Il capitano dell’Inter Javier Zanetti intervenuto a Deejay Football Club, ha scherzato e puntualizzato alcuni punti sul difficile momento che sta attraversando l’Inter. come riporta la Gazzetta dello Sport, l’argentino ha sottolineato una cosa importante: all’Inter non ci sono intoccabili. «Operazioni di mercato per il centrocampo – fa il capitano interista -? Il presidente e la società hanno fatto investimenti importanti anche sui giovani, sono sempre vigili e attenti, non si sono mai tirati indietro per dare ai tifosi una squadra sempre più competitiva, però non dite che siamo un gruppo vecchio e che, fra noi, c’è un clan di calciatori che devono giocare sempre: questo non è vero e lo dimostra il fatto che, se un giorno toccherà a me, andrò in panchina o in tribuna senza fare problemi, se serve dare una mano alla squadra in questo modo, farò anche questo». Zanetti ha poi sorriso parlando di Ibrahimovic e Guardiola: “Vorrà dire che a San Siro per Milan-Barcellona ci sarà una vera litigata”, ha proseguito raccontando del suo rapporto con Mourinho “Eccezionale, ci sentiamo spessissimo” e concluso dicendo che «in campionato è ancora tutto possibile, siamo solo all’inizio…». L’Inter intanto resterà al riposo fino a martedì pomeriggio giorno in cui Ranieri comincerà finalmente a lavorare con un gruppo folto. Fra questi, Mauro Zarate che al quotidiano argentino Olé dice: «All’Inter sono molto felice, alla Lazio ho avuto problemi solo con Reja, per il quale chiesi a Lotito di non voler più lavorare con lui. E’ vero che ricevo un premio ad ogni assist: è stata una buona mossa da parte dei dirigenti interisti, ora mi viene più voglia di passare la palla. Il mio futuro? Fra 4 anni tornerò a giocare in patria, nel Velez».

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com