Home Archivio articoli Milan, Cassano: il suo primo presidente lo definisce un ingrato

Milan, Cassano: il suo primo presidente lo definisce un ingrato

CONDIVIDI

MILAN CASSANO – In questi giorni si sono sentite tante belle parole nei confronti di Antonio Cassano, ma il suo primo presidente  è uscito dal coro. “Che delusione. Volevo solo dimostrargli che io per lui ci sono sempre, anche se da quando è passato alla Samp ci siamo persi di vista – ha dichiarato Tonino Rana alla Gazzetta dello Sport -. Di mezzo c’è stata qualche incomprensione, poteva essere l’occasione per chiarirsi. Invece ho solo mangiato veleno.” Il dirigente della Pro Inter, prima squadra di Fantantonio, ha percorso tutti i  chilometri che separano Bari e Milano per salutare il numero 99 rossonero ma, giunto al Policlino, non gli è stato permesso di visitare l’attaccante rossonero, unica deroga per Cesare Prandelli. “E’ un ingrato, mi sento ferito. Al campo della mia squadra c’è un grande striscione “Pro Inter Bari Antonio Cassano”. Lo toglierò, non lo merita” ha chiuso amaro Tonino Rana.

Alberto Santi – www.calciomercatonews.com