Fiorentina-Roma, voti e pagelle del Corriere dello Sport

SERIE A FIORENTINA ROMA VOTI PAGELLE – Luis Enrique affonda e con lui tutta la Roma. All’Artemio Franchi di Firenze, i giallorossi perdono 3-0 chiudendo in otto uomini per le espulsioni di Juan, Gago e Bojan. Contro la Juventus ora sarà emergenza vera in una partita che per Luis Enrique ha tutta l’aria di essere l’ultima spiaggia. I viola invece si godono i primi tre punti dell’era Delio Rossi sperando di poter continuare sulla strada vista ieri grazie soprattutto a un ritrovato Jovetic. Nei giallorossi il migliore risulta il solito De Rossi, nella Fiorentina invece il migliore è Jovetic. Ecco tutti i voti:

FIORENTINA

8 Jovetic – Mette insieme quanto segue: si procura il rigore, lo trasforma, provoca l’espulsione di Juan e poi quella di Gago. La grande partita di un grande giocatore.
7 Gamberini – Segna un gol bello, da specialista del gioco aereo.
7 Nastasic – Il ragazzino dalla faccia tosta fa una partita senza errori e alla fine piazza il tiro che diventa il rigore del 3-0.
7 Rossi (all.) – Con Jovetic, Montolivo e il recupero del vero Vargas può essere un po’ più ottimista.
6,5 Vargas – Nella ripresa, mentre tutti calano, lui cresce.
6,5 Montolivo – Dà sostanza al gioco, arricchendolo con qualche bel lancio.
6,5 Behrami – Non smette di correre e lottare un solo istante.
6,5 Pasqual – Continua a migliorare l’intesa con Vargas.
6 Lazzari – Ogni tanto verticalizza, ma non come e quanto dovrebbe.
6 De Silvestri – Ha spazio per attaccare e lo fa con buona sollecitudine.
6 Boruc – E’ un pomeriggio tranquillo per il polacco.

6 Gilardino – Gli manca ancora lo spunto, ma la palla buona, di testa, per il rigore di Jovetic è sua.

6 Silva – Segna il suo primo gol in Italia.

ROMA

6,5 De Rossi – Spesso è costretto a giocare da solo. Anzi, è il solo a giocare. Prima davanti alla difesa e poi, dopo l’espulsione di Juan, in mezzo alla difesa. E’ l’unico difensore che Jovetic non riesce mai a saltare.
6 Stekelenburg – Incassa due gol su rigore e non ha colpe nemmeno sulla rete di Gamberini.
5,5 Taddei – Corre molto, ma i risultati pratici di tanto impegno sono scadenti.
5,5 Pjanic – L’unico spunto di ottima qualità tecnica è del bosniaco: mette una palla in area che Bojan invece di controllare si fa sfilare davanti. Nient’altro, però.
5 Lamela – Mai visto nel primo tempo, prova due tiri dalla distanza nella ripresa e poi sparisce di nuovo.
5 Josè Angel – Lo conosciamo come esterno, ma stavolta Luis Enrique lo propone a centrocampo non certo per dargli una mano.
5 Perrotta – Gioca la 300a partita con la maglia della Roma cercando di capire in che calcio è finito. Ricordate il Chievo di Del Neri, dove Perrotta era uno dei migliori interpreti? Ecco, la Roma è quasi l’esatto opposto.
4,5 Cicinho – Crossa alto in area per Bojan, il giocatore più piccolo in campo…
4,5 Gago – Gli crollano i nervi quando vede Jovetic che scappa da tutte le parti. Ma non è un ragazzino e quel fallo che lo porta all’espulsione è da sciocchi.
4 Heinze – Nell’ordine: si fa fregare da Gilardino sul colpo di testa per Jovetic in occasione del primo rigore; si fa fregare da Gamberini, sempre di testa, in occasione del 2-0; rifila una brutta gomitata allo stesso Gamberini nell’azione del terzo rigore (per evitare di prendere un altro gol…), anche se Damato non la vede. Più errori vari.
4 Bojan – Una piuma che vola via con un soffio. Più la sciocchezza (anche se è istinto) del rigore. Chissà Luis Enrique quanto avrà maledetto il ceffone di Osvaldo a Lamela: forse l’ex viola ci avrebbe almeno provato. Forse.
4 Luis Enrique (all.) – Il dato di fine 1° tempo è indicativo: con un uomo in meno per mezz’ora, la Roma ha un possesso palla del 59 per cento, con 314 palloni giocati contro i 244 della Fiorentina. Tiri in porta della Roma? Zero, se non vogliamo contare un tiro-cross di Bojan. Quattro quelli della Fiorentina. Tiri verso la porta di Boruc? Due. Verso quella di Stekelenburg, sette. Ma che se ne fa la Roma della palla? E, trattandolo come un dettaglio anche se non lo è, perchè Josè Angel a centrocampo? La gente è stufa e per la prima volta contesta lo spagnolo.

4 Juan – Un doppio errore pesante e decisivo: è fuori posizione nel controllo di Jovetic e non riesce a fare altro che metterlo giù.

 

L’arbitro

6,5 Damato – Vede tutto bene e non è facile. Qualche sbavatura nella conduzione della gara.