Diretta Tavolo della pace, live: Agnelli non si sbilancia, Abete “C’è una ferita profonda”, Petrucci: “Scorie di Calciopoli” e Moratti… – Foto del tavolo

TAVOLO DELLA PACE LIVE – Si è concluso il tanto atteso confronto al Coni di Roma, il Tavolo della pace fra la Juventus e l’Inter. Presenti i due presidenti Agnelli e Moratti, nonchè De Laurentiis, Galliani, Della Valle e i massimi esponenti del Coni e della Figc. Di seguito le prime dichiarazioni dei protagonisti. Segui live con aggiornamenti in tempo reale la giornata da Roma.

Di seguito la foto del tavolo presa da Sky.it

ORE 15.20 – Poche parole rilasciate da Agnelli: “Ci sentiamo piu’ tardi…grazie”.

ORE 15.00 – Abete: “Le posizioni sono sedimentate e nonostante questo tentativo non riusciamo a sanare questa ferita profonda, benché si cerchi di andare avanti verso il futuro”.

ORE 14.02 – Della Valle: “E’ stato un incontro civile, ma ognuno e’ rimasto sulle proprie posizioni”.

ORE 14.01 – Moratti all’uscita dal Coni: “Tavolo costruttivo? Tutto e’ costruttivo, parlera’ il presidente del Coni”.

ORE 14.00 – Petrucci: “Le scorie di Calciopoli sono ancora scottanti

ORE 13.04 – Dopo quasi tre ore di chiacchierata si è veramente concluso il tavolo della pace, siamo in attesa dei protagonisti.

ORE 11.45 – Potrebbe trattarsi di un falso allarme e il tavolo potrebbe non essere ancora concluso. Nel frattempo ecco la disposizione: da sinistra a destra: De Laurentiis, Della Valle, Agnelli, Pagnozzi, Petrucci, Abete, Valentini, Galliani, Moratti

ORE 11.15 – Si è concluso il tavolo della pace dopo più di un’ora e mezza di discussioni, si attendono le dichiarazioni a caldo.

ORE 10.13 MORATTI – “E’ il tavolo che deve fare la svolta, non l’Inter. Entro con lo spirito di ascoltare e avere rispetto degli altri. Stretta di mano con Agnelli? Vediamo. Sono sempre portato ad avere un buon rapporto con tutti”.

ORE 10 DE LAURENTIIS – “Tavolo della pace? Mi auguro sia il tavolo per una nuova ripartenza del calcio italiano. Qualsiasi cosa venga decisa oggi: deve servire a rilanciare il calcio italiano: deve essere un attestato di credibilità. Non sono sorpreso della mia convocazione perché ho sempre parlato di innovazioni nel calcio, credo che l’invito del presidente Petrucci abbia questo significato. Qualcuno si è offeso? Mi dispiace per lui. Stretta di mano Agnelli-Moratti? Ce lo auguriamo…“.

ORE 9.50 ABETE – Mi aspetto serenità e buona volontà da parte di tutti i partecipanti al tavolo”.

ORE 9.35 DELLA VALLE
– “Il tavolo non so se è tondo oppure quadrato. In ogni caso non so di cosa si dovrebbe parlare. Per questo dovrò prima parlare con Petrucci”.

La redazione di Calciomercatonews.com