Udinese-Lazio 2-0, Guidolin: E’ un onore essere lassù

SERIE A UDINESE LAZIO GUIDOLIN – Ascoltato ai microfoni di “Sky Sport”, Francesco Guidolin, allenatore dell‘Udinese, ha commentato il successo contro la Lazio che rilancia la formazione bianconera in corsa Champions. Si parte dalla rissa finale: “Spiego il mio punto di vista, ma poi parliamo della splendida gara che abbiamo fatto. Mi è dispiaciuto non veder la squadra gioire in campo a fine gara. In panchina si è sentito un fischio, mi hanno detto così. Mancavano 13” alla fine, bastava scodellare la palla, finiva 1-0 per noi e non c’era tutto questo parapiglia. Non ho capito che decisioni abbiano provato a prendere arbitro e quarto uomo. Dispiace per il parapiglia finale. C’è stato qualche giocatore della Lazio che mi ha detto che dovevo dire di aver sentito il fischio, ma giuro su tutto di più chiaro di non averlo sentito. Questo comunque non conta niente. L’importante è che sia tornato tutto alla normalità tra noi e la Lazio”.

Sulla partita e sulla condizione fisica dei giocatori ha detto: “L’unica cosa che sappiamo di avere è una buona condizione fisica. Abbiamo ragazzi giovani, con gamba, che hanno recuperato dagli impegni nelle coppe e non ci sono più turni con le nazionali. Giocheremo ancora un turno infrasettimanale, ormai ci siamo abituati, le abbiamo fatte praticamente tutte così. La squadra sta bene, ha iniziato forte e finito forte, non ha mai avuto un cedimento. Noi siamo alla pari di Inter, Napoli e Lazio in questo momento, per noi è un motivo di grande soddisfazione. Normalmente in questi posti ci stanno squadre con budget importanti. Esserci per squadre come noi è motivo di grande orgoglio”.

Sulla corsa al terzo posto: “Penso sia favorito il Napoli, è doveroso lo sia rispetto a noi, hanno fatto investimenti importanti e sono una grossa squadra ed hanno un ottimo allenatore. È così anche per l’Inter e per la Lazio. Il fatto che ci siamo anche noi per noi è motivo di grande soddisfazione. Stasera ci siamo riconciliati con il calcio che sappiamo fare e che non siamo riusciti a presentare negli ultimi tempi. Con altre tre partite così, vedremo dove arriveremo”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com