Calciomercato Roma, Leonardi: oggi incontro per Borini, speriamo di evitare le buste

CALCIOMERCATO ROMA LEONARDI BORINI PARMA –  Pietro Leonardi, direttore sportivo del Parma, è intervenuto ai microfoni dell’emittente radiofonica per chiarire, tra le altre cose, la posizione di Fabio Borini, attaccante in comproprietà tra Roma e Parma. Queste le sue risposte alle domande.

Oggi dovrebbe essere il giorno di Borini, si incontrerà oggi con la dirigenza della Roma?
“Penso proprio di si. Ho sempre tenuto a precisare che abbiamo un rapporto molto buono e che abbiamo pensato insieme anche di andare verso un rinnovo della comproprietà. Ma devono essere d’accordo le tre componenti, la Roma, il Parma e il giocatore. Vedremo se queste componenti ci saranno. Se non ci saranno bisognerà per forza di cose trovare una soluzione e l’unica soluzione che c’è tra le due società è che ritorna al Parma o rimane alla Roma. Se il rinnovo non c’è con le tre componenti non si può fare in altro modo”.

Il rinnovo su che basi?
“Il rinnovo della compartecipazione, se sono d’accordo le tre componenti”.

Cosi come è ora?
“Si rimane al 50% e gioca nella squadra che è l’ultima nella quale ha giocato, cioè la Roma. Non si possono far promesse, non è nemmeno regolare fare promesse. L’interesse da parte del Parma puo essere anche una valutazione che ora ha un certo tipo di patrimonio, il 50% del giocatore, e magari c’è la possibilità attraverso la stagione prossima di valorizzare questo patrimonio rendendolo ancora più importante perchè magari gioca con un allenatore votato all’attacco e può fare ancora più gol. si possono fare una serie di valutazioni”.

Si dice che Borini vorrebbe fare parte di una sola società. Potrebbe essere lui ad opporsi al rinnovo della comproprietà?
“Certo che si, è nel suo pieno diritto. La Roma sta parlando, stanno ragionando e oggi mi auguro mi facciano sapere se il calciatore accetta il rinnovo”.

Questo ragazzo conquista la Nazionale, va a giocare gli Europei, è uno degli attaccanti più importanti del nostro Paese poi si ritrova delle società che ci credono a metà, soprattutto la Roma. Se la Roma ci crede se lo prende altrimenti non lo prende
“Questo fa parte del gioco, ci puo stare, è successa la stessa cosa con Giovinco l’anno scorso. Io sono fiducioso perchè il rapporto con la Roma è molto buono e mi auguro che questa situazione si risolva senza ricorrere alle buste perchè sarebbe un grande peccato, perchè quando si ricorre a quel tipo di soluzione significa che esiste qualche problema non tra le società ma di non valutare il calciatore. Il calciatore non poteva fare più di quello che ha fatto essendo un ’91.”

Se la Roma vuole prendere Destro, si tiene Destro e Borini?
Non lo so, non ne ho idea. Io ho l’obbligo di tutelare il Parma, di ottimizzare al massimo quella che è la nostra entità e iniziare dopo queste compartecipare a pensare di fare una squadra buona e competitiva che possa togliere soddisfazione ai nostri tifosi. Gli altri hanno giustamente altre cose da pensare“.

Okaka resta a Parma?
Okaka è un progetti che va avanti. E’ un ragazzo che nel giro di due anni diventerà importante. Fa parte di quel tipo di giocatori che interessano al Parma“.

Matteo Bellan – www.calciomercatonews.com