Calciomercato Milan, si prova a piazzare Robinho, tutti pazzi per Destro, l’Inter e la Juventus… La parola all’Esperto di mercato

CALCIOMERCATO MILAN INTER JUVENTUS ESPERTO – Ben ritrovati con un nuovo appuntamento con il nostro esperto di mercato, che risponderà alle domande che avete postato. Prima di tutto vi ricordo di divenire fan della pagina personale su Facebook, cliccando qui, da questa pagina è anche possibile postare la domande da rivolgere all’esperto.

 

Buona sera, ma se l’Inter vende giocatori come Lucio, Forlan, Maicon e magari anche Pazzini quale sarà il top player per l’attacco???

 

Attualmente l’unico attaccante che l’Inter sta trattando concretamente è Mattia Destro, sia la dirigenza che l’allenatore sono convinti che il giovane attaccante reduce da un ottima stagione a Siena sia il rinforzo giusto per completare il reparto offensivo. Milito non è più giovanissimo, ma ha disputato una grande stagione e offre determinate garanzie anche per il prossimo campionato, l’Inter ripartirà anche da lui.

 

Caro esperto grazie per la risposta! Riguardo il terzino io credo che Emanuelson verrà valutato come terzino così come Vilà, dopo di che, magari a fine mercato, si deciderà che fare resta il fatto che io non sacrificherei un 23 enne per prendere con il ricavato un 31enne che non ti fa fare il salto e che tra 2 anni magari ti riporta lo stesso problema terzino non crede? Emanuelson è stato sempre considerato un jolly e le ripeto le dichiarazioni del mister dicono cose diverse se a queste sommiamo le motivazioni che le ho addotto precedentemente e collegandoci al discorso Seedorf trequartista e sostituto di Boateng rimangono evidenti le contraddizioni che non si spiegano, con questioni numeriche ma sia a livello qualitativo che quantitativo. Manca un trequartista per completare la rosa! Poi Seedorf non è un numero ma una colonna della squadra che deve esser sostituita come Gattuso, Nesta e Van Bommel, soprattutto perchè è chiaro a tutti che Boateng non da garanzie! Inoltre le ricordo che in diverse e recenti interviste Allegri ha sempre confermato l’arrivo di un centrocampista di qualità e Braida ha seguito per un anno molti centrocampisti di questo genere come Eriksen! Quindi altra contraddizione! Lei fa il suo mestiere e cerca di darmi una spiegazione del mercato milanista ma come lei mi insegna nel mercato non esiste sempre una logica e spesso ci sono operazioni che voi non conoscete e che noi tifosi non immaginiamo per cui se per un anno intero si è parlato di mancanza di alternativa a Boateng di una lacuna della rosa non mi pare che sia stato risolto il problema tanto è vero che Allegri dichiara prenderemo un giocatore di qualità a centrocampo, e Diarra non risponde al requisito non crede? Io spero che quella che era la linea di mercato non cambi perchè errare,con Pirlo,è umano perseverare con Seedorf è diabolico! Identica è la situazione Robinho, sbaglio o il brasiliano a gennaio, a bilancio chiuso, era una delle possibili garanzie per l’acquisto di Tevez? Sbaglio o Galliani ha dichiarato per prendere un top deve partire un top con lo stesso ingaggio! Noto che in base a quello che lei dice il Milan si debba ridimensionare, partono Seedorf e Robinho forse arriva Lopez o Yarmolenko! Non le pare che quella descritta possa essere una squadra poco competitiva su 2 fronti essendoci un ulteriore ridimensionamento di qualità a centrocampo? Perdoni la critica cordiali saluti.

 

Caro Francesco, sono d’accordo sul fatto che spesso il mercato è imprevedibile, e sicuramente ci sono operazioni “segrete” che rimangono tali fino al loro compimento o quasi, resta però il fatto che, grazie al mio lavoro, mi trovo spesso a contatto con informazioni molto attendibili e che mi permettono di fornire a voi molti dettagli. Posso confermarti, ancora una volta, che attualmente in casa Milan sono alla ricerca di un solo centrocampista e non due come sostieni tu. Attualmente in rosa il Milan dieci centrocampisti considerando l’infortunato Muntari, nove se non si considera il ghanese, dunque il reparto numericamente è già al completo. Strasser probabilmente partirà e verrà rimpiazzato da un altro giocatore, l’ultimo per completare il reparto. Ripeto ancora una volta che il centrocampo del Milan era in esubero e che il principio “parte uno, ne arriva uno” non può essere applicato perchè c’è la necessità di ridurre la rosa. Non sono molto d’accordo sul fatto che Seedorf non sia stato sostituito, come detto Allegri vedeva l’olandese più come mezz’ala e in quel ruolo sono già arrivati sia Montolivo che Traorè e soprattutto il primo di qualità ne ha eccome. Per quanto riguarda l’attacco, sono abbastanza d’accordo con te che Maxi Lopez porti determinati vantaggi solo in termini economici, ma che potrebbe non avere grandi risultati in termini sportivi. Discorso invece diverso per Destro (che il Milan sta seguendo) e per Yarmolenko. Stiamo parlando di due giocatori giovani e di prospettiva ( rispettivamente classe ’91 e ’89) che non solo portano allo stato attuale un notevole risparmio sull’ingaggio, ma che potenzialmente potrebbero diventare dei giocatori determinanti nelle prossime stagioni milaniste. Robinho piace ad Allegri, ma a mio avviso la dirigenza non è stata molto soddisfatta dell’ultima stagione del brasiliano coronata da soli 6 gol in campionato, che proporzionati al suo stipendio (4,5 netti a stagione più bonus, per un totale di 6,5 milioni) sono davvero pochi. Robinho ha sicuramente grande qualità, ma spesso risulta essere molto discontinuo e il Milan sta cercando giocatori di prospettiva che possano offrire un rendimento più costante. Ovviamente quando acquisti giocatori giovani, soprattutto di altri campionati, non hai mai la certezza che il loro rendimento sarà elevato, ma io penso che sia Yarmolenko, sia Destro (giusto per citare due nomi spesso accostati al Milan) abbiano le carte in regola per dare da subito un contributo alla squadra almeno equivalente a quello che è stato il contributo offerto da Robinho nell’ultima stagione. L’operazione Tevez continuo a considerarla attualmente poco vantaggiosa. Il valore del giocatore non si discute, ma sostituendo Robinho con l’argentino il Milan non guadagnerebbe niente ne in termini di età (entrambi classe ’84), ne in termini di ingaggio (Tevez guadagnerebbe come Robinho se non di più), ne in termini di cartellino, perchè agli eventuali soldi derivanti dalla cessione di Robinho andrebbero aggiunti probabilmente una decina di milioni.  Insomma non credo che il Milan sia intenzionato a compiere questo tipo di operazione, a gennaio la situazione era molto diversa da quella attuale! Tevez era praticamente fuori rosa e la cessione presunta riguardava Pato e non Robinho, questo significa un sostanziale risparmio nel costo del cartellino, in primis perchè Pato sarebbe stato ceduto per circa 35 milioni (bonus compresi) mentre Robinho potrebbe essere ceduto per una ventina di milioni in meno, in secondo luogo anche Tevez aveva una valutazione più bassa vista la sua posizione al City, mentre ora è considerato di nuovo un punto fermo per Mancini.

 

Riguardo il discorso attaccante credo che Galliani non mentisse quando diceva parte un top arriva un top! Il discorso cartellino da lei fatto, come dice Galliani, non è il problema principale che è invece l’ingaggio! Mi spiego, il cartellino è un costo ammortizzabile su più esercizi ossia quelli della durata di contratto del giocatore tesserato e non su un singolo bilancio! Poi attraverso le forme di pagamento rateizzato questo problema viene ulteriormente abbattuto! Il vero problema è l’ingaggio lordo ora se Robinho guadagna 12-13 mln lordi e viene venduto per un offerta adeguata, non meno di 18 mln fonti Sky, il totale fanno 30 mln con i quali puoi prendere Balotelli o Suarez a 25 mln che guadagnano sui 4 netti (8 lordi) con risparmio sul monte ingaggio e sul bilancio di 4-5 mln! In questo modo si da ad Allegri un giocatore che dia maggiori affidabilità in zona goal di Robinho compensando eventuali assenze di Pato e-o Ibra! Sostituire Robinho con Lopez o lo sconosciuto Yarmolenko sarebbe un ulteriore ridimensionamento! Saluti Francesco.

 

Su Maxi Lopez ho già risposto sopra, spiegando come la penso su questa eventuale operazione. Parlare di Balotelli e Suarez è un discorso già diverso rispetto a Tevez, perchè i primi due hanno un età che permette di ammortizzare il costo del cartellino in maniera differente. Detto questo va però fatta una precisazione, il problema principale è si l’ingaggio, ma anche il costo del cartellino diventa un fattore da considerare soprattutto se il club in questione non ha liquidità da investire. Vorrei farti presente che il Milan era ad un passo dal cedere Thiago Silva proprio per necessità di bilancio e dei 46 milioni eventualmente ricavati soltanto una parte sarebbero stati reinvestiti per il mercato, mentre il resto sarebbero rientrati nelle casse di Finivest. Tutti i giocatori che il Milan ha sostituito fino ad ora sono stati rimpiazzati da giocatori arrivati a zero o quasi e trovo difficile che il Milan compia uno sforzo considerevole in attacco, visto che tra l’altro il reparto più completo! Di fatto allo stato attuale posso dirti che non mi risulta alcun contatto per Suarez, mentre Balotelli resta un sogno che probabilmente resterà tale per ancora un po di tempo, anche se, visti i rapporti con Raiola mai dire mai. Mi risulta però che il Milan abbia realmente fatto più di un sondaggio per Yarmolenko e per Destro, giocatori che, oltre a garantire un notevole risparmio sull’ingaggio (anche rispetto a Suarez e Balotelli) potrebbero essere acquistati solo reinvestendo i soldi derivanti dalla cessione di Robinho, senza cioè aggiungere quella liquidità che al Milan manca.

 

Suarez potrebbe venire alla Juve?

 

Suarez è un giocatore che interessa ai bianconeri, per l’uruguaiano sono stati fatti dei sondaggi ma al momento è tutto fermo. Una vera e propria trattativa attualmente non c’è, i bianconeri sono impegnati nella vicenda Destro e sembrano preferire ancora Van Persie all’uruguaiano del Liverpool. Dunque allo stato attuale delle possibilità ci sono ma non sono elevatissime, il suo eventuale acquisto è subordinato all’esito delle situazioni sopracitate.

 

CIAO, SAREI BEN FELICE CHE LA DIRIGENZA ROSSONERA FACESSE ACQUISTI MIRATI E ALLO STESSO TEMPO NON FARSI SOFFIARE I GIOCATORI SIA DALLA JUVE, INTER etc. MI DISPIACEREBBE MOLTISSIMO E NON SONO IL SOLO CHE IL MILAN VENDESSE GIOCATORI QUALI: T.SILVA, D. VILA’, EL SHAARAWY etc. SAREI FELICISSIMO INVECE CHE VENDESSE IBRAIMOVIC: NON E’ DA MILAN! DOPO LE AFFERMAZIONI FATTE DI RECENTE….C. TEVEZ A SUO POSTO

 

A differenza di quanto si è detto e scritto in questi mesi, la verità è che, allo stato attuale, non ci sono state offerte concrete per Ibrahimovic, quello che posso dirti però è che, qualora delle offerte concrete dovessero arrivare, il Milan le prenderebbe in considerazione. Ibrahimovic ha un ingaggio elevatissimo e sarebbe forse la cessione ideale per i rossoneri dal punto di vista del bilancio. Credo però che, qualora lo svedese dovesse essere ceduto, il Milan non punterebbe a Tevez, bensì ad un giocatore con caratteristiche più simili a quelle dello svedese.

 

Più probabile Casemiro o Paulinho per il centrocampo dell’Inter? Inoltre l’interesse per Afellay dell’Inter può rappresentare qualcosa di concreto? Grazie.

 

Attualmente Paulinho ha decisamente più possibilità di vestire il nerazzurro rispetto a Casemiro, quest’ultimo da quanto mi risulta non è più un obiettivo concreto dei nerazzurri. Va detto però che oltre Paulinho l’Inter sta seguendo altre piste come ad esempio quella che porta a Fernando del Porto o quella che porta a Mudingayi del Bologna che rappresenta un operazione low-cost. Da segnalare anche che nelle prossime ore potrebbe esserci un nuovo contatto con la dirigenza del Real Madrid per Sahin, che resta un ipotesi concreta. Riguardo Afellay so che ci sono stati dei sondaggi, attualmente l’Inter non ha formulato alcuna proposta concreta ma segue con attenzione l’evolversi della situazione. L’olandese ha le caratteristiche che cercano i nerazzurri e non è da escludere che a breve l’Inter possa incontrare il Barcellona.

 

Buongiorno Mr Mercato, cosa pensa delle dichiarazioni di Galliani in merito a Destro? Io credo che probabilmente, se Galliani si sbilancia (perché che lui dica che un giocatore forse arriva è già tanto) vuol dire che ci sono buone possibilità e quindi che uno degli altri attaccanti è in partenza (Robinho? Cassano?). Riguardo Didac, è da escludere che possa restare anche con l’arrivo di Balzaretti? Vendendo Taiwo e Mesbah i terzini sinitri sarebbero tre, uno dei quali (Antonini) può tornare utilie anche come vice-Abate. Sarei contento se andasse così. Riguardo Cigarini, invece, cosa sa? E’ un interesse slegato da quello per Diarra (e quindi potrebbe arrivare a prescindere, magari con la cessione Emanuelson) o potrebbe arrivare solo nel caso saltasse la trattativa per il centrocampista del Real? Grazie in anticipo.

 

Destro piace molto al Milan, ma attualmente il club rossonero ha le mani legate. Per acquistare qualcuno il Milan deve prima vendere, Robinho è da tempo sul mercato ma finchè non sarà ceduto (se sarà ceduto) il Milan non acquisterà nessun’altro attaccante. Qualora dovesse arrivare Balzaretti credo che difficilmente Vilà resterebbe al Milan, anche perchè come terzino sinistro Allegri sembra intenzionato a provare anche Emanuelson, che quasi sicuramente resterà in rossonero. Riguardo Cigarini, a differenza di quanto scritto da molti, a me personalmente non risulta un interesse concreto del Milan, mentre Diarra resta attualmente l’obiettivo numero uno. La corsa al francese è dura, già l’anno scorso egli rifiutò il Milan dicendo di voler continuare la sua avventura a Madrid, a distanza di un anno il Milan ci riprova, ma la concorrenza, soprattutto russa, è tanta. Poco attendibile, almeno per il momento, l’ipotesi Xabi Alonso!

 

Avete domande o curiosità di mercato alle queli vorreste avere una risposta? Postate una domanda nella pagina personale di Facebook che trovate ad inizio articolo, vi risponderà il nostro esperto. Cosa aspettate?

 

Un abbraccio dal vostro esperto di mercato.