Juventus-Napoli, Marchisio il nuovo leader: spunta un retroscena su un discorso pre-match…

 

JUVENTUS NAPOLI – La Juventus ha un nuovo leader. Come riporta Tuttosport ieri Claudio Marchisio, quando l’assenza di Conte iniziava a farsi pesante, ha preso in pugno la situazione e ha deciso che il discorso prepartita l’avrebbe fatto lui. Davanti ai gionalisti a fine partita ridimensiona e si schermisce: «Ma non ho detto niente di particolare, anzi forse sono stato pure un po’ banale. Ma ho voluto ricordare a tutti come ci bruciava la sconfitta nella finale di Coppa Italia e che questa doveva essere una rivincita. Anche per dedicarla al nostro allenatore e reagire con un successo a questo momento difficile». Sembra che la Juventus ha già trovato qualcuno in grado di riempire il pesante vuoto lasciato dall’ex bandiera Alessandro Del Piero all’interno dello spogliatoio bianconero. Marchisio nonostante sia ancora giovane si sente un veterano dell’ambiente juventino e col discorso ha voluto motivare tutti i propri compagni e spronarli affinchè in campo dessero il massimo. Il centrocampista ha dichiarato ai cronisti che il discorso prepartita è ormai un rito della squadra : «Lo facciamo da un po’ e ruotiamo, una volta tocca a uno, una volta all’altro. E’ un modo per comunicare fra di noi e caricarci. Ma non chiedetemi esattamente cosa ci diciamo, è uno dei pochi momento di autentica privacy che ci rimane nella partita». Euforico per il successo sul Napoli il centrocampista ha inoltre ricordato come la Juventus non intenda fermarsi e vuole vincere ancora in questa stagione : «E’ il primo trofeo dell’anno, ma non può e non deve essere l’ultimo. Era importante per dare continuità alla scorsa stagione iniziare bene. Ma c’è ancora molto lavoro da fare: sì, la fase conclusiva deve essere più incisiva e chi, come me, ha saltato il ritiro a Chatillon deve migliorare la condizione fisica. Non sono al 100%, mi mancano quelle due settimane e qui ho patito tanto il caldo e lo smog che ti toglieva il respiro. Le proteste del Napoli? Mi sembra che l’arbitro non abbia sbagliato nulla. Semmai poteva essere più severo nel primo tempo quando a loro sono stati perdonato troppi falli. Con Carrera ci troviamo bene, ci fa sentire al minimo la mancanza di Conte, anche perché lui lavora insieme a noi e allo stesso Conte da un anno, c’è totale continuità. Lo stress da scommessopoli? Alla fine ci ha fatto bene, come al solito… Si vede che noi italiani siamo fatti così, le circostanze difficili ci esaltano. Oddio, ne farei volentieri a meno, ma tant’è il trofeo l’abbiamo portato a casa». Il capitano del futuro ha le idee chiare ed è convinto che i tifosi bianconeri quest’ anno ne vedranno delle belle

Andrea Bani – Calciomercatonews.com

Profilo Twitter: @eleandri