Home Archivio articoli Calciomercato Lazio, Lotito fa il punto sulla squadra e sulla vicenda Diakitè

Calciomercato Lazio, Lotito fa il punto sulla squadra e sulla vicenda Diakitè

CONDIVIDI

CALCIOMERCATO LAZIO LOTITO DIAKITE’ – In una lunga intervista rilasciata a Sky Sport 24, Claudio Lotito, presidente della Lazio, ha parlato del progetto della sua squadra, focalizzandosi anche sul caso Diakitè: “Siamo convinti di aver allestito una squadra competitiva. I risultati dipendono anche da fattori imponderabili, e speriamo che quest’anno ci siano favorevoli. Petkovic? E’ una persona fuori dal sistema calcio. E’ un grande professionista, con temperamento, carattere. Ha un’alta moralità, ha lavorato alla Caritas. Ha capito la psicologia di ogni nostro calciatore in pochi giorni: saprà tirare fuori il meglio da loro. Ho grande stima di lui. La gestione societaria della Lazio è affidata a me e a Tare: lavoriamo in sinergia. Monitoriamo calciatori in continuazione, e tra le altre cose avendo visto che Petkovic allenava Lulic abbiamo capito che era l’allenatore adatto a Roma. “La Lazio ha una serie di difensori centrali, vorrei sdrammatizzare questa situazione. Non difettiamo nel ruolo: ci farebbe piacere che Diakité firmasse il contratto, perché l’ho prelevato io col mio staff dal Pescara, crescendolo quando qualcuno non ci credeva, rinnovandogli il contratto da infortunato. Ha chiesto 1,2 milioni di euro di stipendio, una cifra esorbitante. Gli abbiamo offerto uno stipendio comunque al di fuori dagli equilibri dello spogliatoio: ha rifiutato. Gli abbiamo offerto di andare al Bordeaux e ha rifiutato, ha rifiutato Genoa e Fiorentina, ha rifiutato stipendi superiori in Russia e in Inghilterra… Perderlo a parametro zero? Nella vita ci stanno principi e regoli. Non sottostiamo a ricatti: vogliamo persone che sposino il progetto e abbiano orgoglio di giocare per la Lazio, come ce l’ha avuto Klose, che ha scelto di giocare per la Lazio anziché per club più blasonati. Preferiamo perderlo a parametro zero: è un anno e mezzo che corriamo dietro a Diakité per il rinnovo, e lui scappa. 700 mila euro per lui sono esigui, ma non si rende conto della crisi in questo Paese: c’è chi con 1500 euro deve far sopravvivere una famiglia”.

Mauro Piro – www.calciomercatonews.com