Milan-Anderlecht: Kevin-Prince Boateng, prima il gesto di stizza poi la giustificazione: Non sono al 100%

 

CHAMPIONS LEAGUE MILAN-ANDERLECHT KEVIN-PRINCE BOATENG / Il Milan cambia volto, in tutti i sensi. Nel match di ieri contro l’Anderlecht chi doveva fare la differenza non ha saputo soddisfare le aspettative. Stiamo parlando ovviamente di Kevin Prince Boateng, verso il quale Massimiliano Allegri ha ancora riposto fiducia schierandolo come trequartista in un triangolo formato da Pazzini ed Emanuelson. Quella che si è vista ieri (e se vogliamo dirla tutta, quella che si vede dall’inizio della stagione), non era altro che la brutta copia del talento con maglia numero 27 che in due anni ha letteralmente stregato il tifo rossonero. Insomma, il numero 10 non pare abbia portato fortuna al ghanese, che solo fino a qualche giorno fa mostrava fiero la sua nuova maglia su Twitter. E ad aggravare la situazione il gesto di stizza al momento della sostituzione: il centrocampista ha prima sbraitato in panchina e successivamente ha sbattuto una bottiglietta sul terreno di gioco. Un quadretto “valorizzato” dai fischi del tifo nei suoi confronti: “Non sono al cento per cento, posso fare meglio. I fischi? È normale che i tifosi siano arrabbiati“, ha detto a fine match.

Fabio Alberti – www. calciomercatonews.com