Calciomercato Milan, il nuovo modulo cambia strategia per gennaio. Juve il bomber del prossimo anno potrebbe essere… La parola all’Esperto

 

ESPERTO MERCATO – Ben ritrovati con un nuovo appuntamento con il nostro esperto di mercato che risponderà alle domande che avete postato. Prima di tutto vi ricordo di divenire fan della pagina personale su Facebook, cliccando qui, da questa pagina è anche possibile postare la domande da rivolgere all’esperto.

 

Salve esperto, vorrei un suo parere sull’attaccante Ciro Immobile del Genoa in comproprietà con la Juventus, mi chiedevo; se quest’anno si rivelasse un buon attaccante anche al Genoa dopo aver fatto 28 goal in serie B con il Pescara c’è la possibilità che i dirigenti della Juventus si rendano conto del suo valore fin da subito e lo richiamino l’hanno prossimo alla Juve per dargli un ruolo abbastanza importante? O finirà nel dimenticatoio?

 

Sicuramente i dirigenti bianconeri seguiranno con attenzione la stagione di Immobile e valuteranno attentamente il suo rendimento, se il giocatore dovesse essere ritenuto pronto i bianconeri lo riporteranno alla base. Onestamente credo che l’esperienza al Genoa possa servire molto ad Immobile e gli servirà sicuramente per crescere e per capire realmente il suo potenziale. La vicenda Giovinco insegna, la Juve ha continuato a tenerlo in considerazione e dopo la definitiva esplosione lo ha riportato a Torino.

 

Salve esperto, riguardo il bilancio concordo con lei solo in parte, se l’Uefa permette alle società dei margini di perdita è obbligo di una società che punta all’Europa che conta gestirli tali margini in base alla competitività della rosa e non chiudere per forza al break even nel 2013, obbiettivo fissato per il 2015! Infatti la concorrenza ha programmato questo obbiettivo per la data prefissata e chi più chi meno ha sforato ma con giudizio al fine di rinforzare la squadra! Ad esempio l’Inter che secondo i commercialisti era ed è messa peggio di noi anche sul monte salari! I tifosi non contestano il ridimensionamento ma le modalità e magari qualche milioncino in più a Galliani per il mercato poteva esser concesso! Anche la Fiorentina ha smantellato la squadra ma ha fatto un ottimo mercato di qualità con pochi soldi cosa che poteva fare anche il Milan non crede? Quello che io contesto, e che purtroppo lei sostiene da anni, è il mercato di quantità, dei mediani senza qualità! Questa scelta ha pagato pochissimo sia in campo nazionale che internazionale e non solo per il Milan! Se perdi giocatori che ti fanno girare la squadra come Pirlo, poi in una volta Seedorf, Ibra, Thiago e Van Bommel non li puoi sostituire con giocatori di medio basso valore come Constant e Traore! Se perdi tutte le fonti di gioco di una squadra non puoi fare solo affidamento su De Jong che altro non è, perchè lo è sempre stato, un recupera palloni che in nazionale passava a Van Bommel e nel City a Tourè per far ripartire l’azione! E’ normale che poi la squadra oggettivamente non ha gioco ciò che sottolineano tutti gli esperti e i critici lei che dice? Riguardo Sahin il suo ragionamento è giusto ma secondo me non costava niente prenderlo a 0 e dargli lo stesso ingaggio del Liverpool che è più o meno pari a quello preso da Traorè + Cnostant! Riguardo Kakà non sò quale siano le sue fonti attendibili ma il signor G.Riso ormai stretto collaboratore di Galliani e Braida le smentisce in una recente intervista a Sky! Ha confermato che: 1) l’operazione Bojan era indipendente da quella legata a Kaka che era nata a giugno e 2)che si trattava di un operazione iniziata dopo a luglio quando, come io le ho spesso scritto, Cassano ha chiesto ripetutamente di esser ceduto, inoltre lo stesso ha sottolineato come Galliani abbia tentato fino all’ultimo di portare a casa Riky e che probabilmente a gennaio se ne potrebbe riparlare! Quindi le due operazioni erano e sono distinte infatti Bojan è una punta Kakà un trequartista che doveva alternarsi e sostituire Boateng! Questo perchè Boateng non è un vero 10 ed ora se ne sono accorti tutti anche Allegri e Tassotti che hanno fatto capire che ormai verrà arretrato a centrocampo cosa che se ricorda vado dicendo da tempo! Riguardo il mercato di gennaio,visto che si intende passare al 4-3-2-1,e anche se è giusto come dice lei aspettare per capire quali siano le reali esigenze della rosa è ovvio che non ci si possa muovere nel nuovo anno per imbastire certe operazioni ma bisogna farlo prima! Io dico quello che dicono tutti al Milan manca oggettivamente un regista, anche giovane, un terzino sinistro con questi se Pato dovesse recuperare si può tentare di lottare per un posto in Champions! Considerando che sulla carta ed alcune anche sul campo stanno dimostrando di esser superiori Juve e Napoli su un gradino superiore Inter e Roma subito dopo sono le concorrenti al terzo posto per cui anche un Kakà ,come fu Ronaldo, potrebbe esser utile a raggiungere gli’obbiettivi prefissati! Se non si raggiunge il terzo posto le ricordo si verificherebbero ulteriori perdite di risorse quasi 40 mln ed ulteriore ridimensionamento + ulteriori cessioni! A gennaio bisogna obbligatoriamente intervenire spero che anche lei concordi, saluti Francesco!

 

Caro Francesco, ben ritrovato, purtroppo su molte cose che hai scritto non mi trovi affatto d’accordo. Partiamo dalla prima considerazione, il mercato fatto dal club, sono d’accordo che il budget a disposizione era poco rapportato al blasone della squadra, ma continuo a sostenere che con le risorse a disposizione Galliani e Braida abbiano fatto un vero capolavoro, riuscendo ad acquistare alcuni giocatori anche estremamente validi. Per cui il “problema” credo sia a monte, ovvero i pochi fondi concessi dalla società (scelta aziendale più o meno discutibile) e non l’operato della dirigenza, che a mio avviso è stato molto molto buono. Difficilmente altre società o dirigenti sarebbero state in grado di compiere questo tipo di mercato con quelle risorse. Altro tema, i mediani di quantità, probabilmente non hai capito il mio punto di vista nonostante siano ormai due anni che lo esterno. Non credo in senso assoluto che mediani di quantità siano meglio di mediani di qualità, credo però che ogni allenatore abbia il suo credo calcistico e le sue convinzioni e credo che la società debba fare il possibile per accontentarlo. Per cui siccome le linee guida di Allegri sono chiare serve a mio avviso che la società lo supporti e compri giocatori con le caratteristiche richieste dal tecnico. Puntare su un tecnico e fare mercato operando in maniera opposta di quanto chiesto dal tecnico è una cosa inutile e controproducente. Sull’operazione KakàBojan confermo in pieno quanto ti ho detto l’altra volta, l’assalto allo spagnolo è partito soltanto nel momento in cui si è capito che Kakà non sarebbe arrivato e ti assicuro che l’operazione Kakà avrebbe escluso l’operazione Bojan. Ovviamente sei libero di credere a chi vuoi, ma questa è la realtà e quanto dicono altri a me interessa poco, questa cosa che ti ho appena detto la so con assoluta certezza e non voglio aggiungere altro, farai le tue valutazioni e deciderai a chi credere. A gennaio l’assalto a Kakà potrebbe esserci certo, ma a gennaio ci saranno anche altre operazioni in uscita e altri movimenti, la situazione sarà diversa rispetto agli ultimi giorni di agosto dove mancava soltanto un tassello in zona offensiva e il mercato era già praticamente fatto. Purtroppo sbagli anche sulla posizione di Boateng, l’idea di spostarlo a centrocampo era nata in seguito ad un cambio di modulo qualora si passasse a giocare con un 4-3-3 o un 4-3-2-1 con i due trequartisti molto larghi (praticamente moduli quasi analoghi. In quel caso Boateng avrebbe dovuto giocare molto largo e non avrebbe avuto il rendimento e l’incidenza che spesso ha (nonostante il non ottimo periodo)  giocando per vie centrali. Come avrai ben visto nelle ultime apparizioni però il Milan sta ora utilizzando un 4-2-3-1 e Boateng gioca centrale alle spalle della prima punta. Dunque gioca nel ruolo che ha occupato in questi due anni di Milan, con l’unica differenza che ha soltanto una punta davanti e due esterni di attacco/centrocampo larghi. A quanto pare Allegri e Tassotti continuano a vederlo trequartista! Boateng potrebbe essere spostato a centrocampo solo qualora non dovesse essere previsto un trequartista centrale o in caso di emergenza, queste attualmente sono le indicazioni che arrivano da Milanello.

 

Salve, sono fondate questo voci riguardo un interessamento del Bayern Monaco per Boateng?

 

Caro Marco, la risposta è no, almeno attualmente si tratta soltanto di un interesse generico, enfatizzato dai media. Una cessione come quella di Boateng per il Milan sarebbe possibile soltanto in estate, difficile rimpiazzarlo a gennaio, per cui è anche troppo prematuro parlarne, ma ripeto che attualmente non mi risulta niente di concreto, soltanto speculazioni.

 

Avete domande o curiosità di mercato alle quali vorreste avere risposte? Postate le vostre domande nella pagina personale di Facebook che trovate ad inizio articolo, vi risponderà il nostro esperto. Cosa aspettate?

 

Un abbraccio dal vostro esperto di mercato.