Calciomercato Milan, Serafini: Ritorno Kakà diverso da quello di Shevchenko, su Beckham dico…

CALCIOMERCATO MILAN SERAFINI KAKA’ SHEVCHENKO BECKHAM – Ai microfoni de ‘IlVeroMilanista.it’, il giornalista Luca Serafini, ha detto la sua sul mercato del Milan: “Kakà rischia un flop come Shevchenko? E’ una situazione molto diversa: Sheva, al suo ritorno, ha trovato una squadra molto competitiva che non aveva bisogno di lui; Kakà invece tornerebbe in una squadra che ha bisogno di qualcuno o di qualcosa che gli dia una mano. Beckham? Beckham è un giocatore di grande classe. Al Milan manca un po’ di fantasia e un po’ di classe, manca qualcuno che illumini il gioco con una punizione, un corner o un semplice lancio. Non so quale sia la sua attuale autonomia, ma ho conosciuto Beckham come un professionista di una serietà esemplare e straordinaria, aldilà del personaggio. Essendo uno che non ha più bisogno di muoversi per soldi, credo abbia ancora qualcosa da dare. Balotelli nome giusto per il Milan? Per caratteristiche tecniche sì. Il problema è che il suo rendimento è sceso molto, mentre sono aumentati gli infortuni, anche se non gravi, e le sue assenze. Fino a quando Balotelli non si darà una regolata non potrà essere un giocatore ideale: per le potenzialità che ha, sarebbe un giocatore ideale, eccome. Il Milan ha favorito la maturazione di El Sharaawy e De Sciglio e si è assicurato Saponara. Beckham e Kakà, in pratica, sono loro ad essersi proposti. Peraltro, come dicono gli operatori di mercato, è quasi più semplice ottenere in prestito giocatori come Kakà piuttosto che andare a trattare il cartellino di Lodi. Di fronte a questi meccanismi, è normale che la società si fermi a riflettere su quale soluzione prendere”.

Mauro Piro – www.calciomercatonews.com