Lazio-Stoccarda, voti e pagelle della Gazzetta dello Sport

LAZIO STOCCARDA VOTI PAGELLE – La Lazio di Petkovic vola ai quarti di finale di Europa League grazie anche allo scatenato Kozak, autore di una tripletta che ha steso lo Stoccarda. L’attaccante ceco conferma il suo feeling con le notti europee, ieri è stato il migliore in campo e ha trascinato la squadra alla qualificazione. Ambizioni europee importanti per la Lazio del tecnico Petkovic. Bene anche Bizzarri che ha sostituito Marchetti che ha avuto uno scontro ed è stato costretto a uscire. Voti e pagelle della Gazzetta dello Sport.

LAZIO 7

MARCHETTI 6 Onazi il mandante e Ibisevic l’esecutore della sua uscita dal campo per un taglio alla testa. Prima una deviazione su Holzhauser ancora sullo 0 0. BIZZARRI 7 Tre interventi tre, l’Argentina va proprio di moda in queste ore: attento su Sakai, Holzhauser e Gentner. PEREIRINHA 6 Macheda se lo beve a fine primo tempo, ma è l’unica disattenzione. BIAVA 6,5 I soliti anticipi e la solita sensazione di sicurezza. Qualche «errorino» in disimpegno. CIANI 7 Lo Stoccarda alza spesso il pallone, per lui serata semplice. RADU 7 Cercate una sbavatura? Si fa beffare da Okazaki nel secondo tempo. Propizia il primo gol e si diverte in coppia con Lulic. CANDREVA 6 Sbaglia spesso la scelta e gioca poco con i compagni. Piede freddo sulle punizioni, un po’ meglio nelle combinazioni sullo stretto. Nel finale regala il pallone del tris a Kozak. ONAZI 6 Ah, quanta sufficienza, abbinata a mezzi non banali. HERNANES 6 Accende l’interruttore per un assist fuori dal normale per Kozak, poi lo tiene spento a lungo. Il Profeta vero è un altro. EDERSON 6 Ha bisogno di fiducia, la gamba ormai l’ha ritrovata. Ingoia un gol fatto alla fine dei giochi. LULIC 6,5 È tornato: l’accoppiata con Radu fa sorridere Petkovic. MAURI 5,5 Prima da titolare dopo un mese e mezzo e si vede. Arrugginito e un po’ pesante nelle movenze. LEDESMA 6 Minuti di allenamento, tanto per non perdere la giornata di lavoro. h 8 IL MIGLIORE KOZAK Dieci gol in nove partite, prima tripletta con la Lazio con tutto il repertorio, tanto discusso in Italia quanto vincente in Europa: sinistro, destro e colpo di testa. All. PETKOVIC 7 Porta la Lazio ai quarti, in Europa non perde mai.

STOCCARDA 5

ULREICH 6 La sufficienza la strappa nel finale con una paratona su Kozak. SAKAI 6 Si sbatte, poverino: su è giù, fino al cross per la rete dello Stoccarda. TASCI 5 Una statua, nel senso che la mobilità non è proprio il suo forte. NIEDERMAIER 4 Assente ingiustificato nei primi due gol della Lazio. MOLINARO 5,5 Discreto primo tempo, poi cala alla distanza. GENTNER 6 Da mezzala a mediano davanti alla difesa, paga il raggio d’azione ridotto. h6,5 IL MIGLIORE HOLZHAUSER Tira da ogni posizione e il suo non è un piede da buttar via: crea scompiglio con la sua potenza. OKAZAKI 5,5 Fumoso. Spreca la quinta palla gol tra andata e ritorno: troppe. HAJNAL 6 Il gol, dopo una ribattuta in area, salva una prestazione al di sotto della sufficienza. HARNIK 6 Pochi minuti per incidere, a giochi ormai fatti. MACHEDA 5 Le cose migliori le fa lontano dalla porta. TRAORE 6 Avrebbe meritato di giocare dall’inizio. IBISEVIC 5 C’era? All. LABBADIA 5 Diceva di non essere venuto per il caffè. A giudicare dall’inizio, ci sarebbe da pensare il contrario.

La redazione di Calciomercatonews.com