Miccoli in lacrime: sono distrutto, chiedo scusa a Palermo e alla famiglia Falcone

MICCOLI PALERMO FALCONE – “Quel fango di Falcone“. Questa è una delle frasi uscite fuori dalle intercettazioni che riguardano Fabrizio Miccoli con un boss mafioso. Il calciatore italiano ha voluto chiarire tutto durante una conferenza stampa in cui è scoppiato in lacrime: “Sono distrutto, chiedo scusa a Palermo e alla famiglia Falcone. Volevo essere amico di tutti, quando finirà questa brutta storia voglio essere il testimonial della legalità, l’ho già detto alla sorella del giudice Falcone. Non penso quello che ho detto”. Un Miccoli distrutto che adesso vuole solo ritornare alla vita tranquilla di prima.

la redazione di Calciomercatonews.com