Supercoppa Italiana, Conte non ci sta: Dura preparare la gara in tre giorni

SUPERCOPPA ITALIANA JUVENTUS CONTE – Antonio Conte, alla vigilia della gara contro la Lazio valida per la Supercoppa Italiana, ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue parole: “Preparare una partita in cui ci si gioca la Supercoppa in soli tre giorni a un tecnico non fa fare mai salti di gioia, l’impegno della Nazionale non è che mi abbia rallegrato in maniera eccezionale. Devo dire anche che la stessa cosa è capitata a Petkovic, quindi si parte alla pari, non ci sono alibi per nessuno. Se avrei preferito 7 giorni per prepararla? Rispondo di sì. Questo deve far riflettere. Ci giochiamo un trofeo importante, chiunque lo vinca. Non vorrei che se lo vincesse la Juve fosse ordinaria amministrazione, e invece se lo vincesse la Lazio fosse una cosa fenomenale. Sappiamo di affrontare una grande squadra, voglio che sia dato giusto valore sia in caso di vittoria della Juve che in caso di vittoria della Lazio”.

“Se è la mia Juve? Questo è il mio terzo anno, sarebbe grave se non fosse così – replica Conte in conferenza stampa -. Al di là del fatto che veniamo da un mese di preparazione, è la mia Juve, guai se non lo fosse. Mi fido in maniera cieca di questi ragazzi, sono molto molto sereno da questo punto di vista. Lavoro con loro da oltre due anni, ho tante certezze a livello umano prima che sportivo. È una partita che sicuramente arriva in un periodo dopo la preparazione, ma vale così per noi e per la Lazio, non vedo disparità”.

SU LLORENTE – “State cercando di creare un caso che mi fa sorridere. Llorente è un calciatore arrivato da tre settimane in Italia dopo un anno di inattività, sta lavorando tanto, e questa per me è una cosa importante. Sta entrando in determinati meccanismi di gioco, sta ritrovando le distanze, è come se fosse stato infortunato per un anno, è normale che un calciatore debba trovare difficoltà.  Mi sembra esagerato che qualcuno provi a creare un caso. Fernando lo conosciamo bene, abbiamo avuto la bravura e la fortuna di prenderlo a parametro zero, sta lavorando per entrare nella nostra mentalità e nel nostro sistema di gioco. Ci darà una grossa mano”.

SULL’OSPITALITA’ DELLA ROMA – “Ringrazio la Roma che ci ha dato la disponibilità per Trigoria, visto che eravamo in difficoltà. Lancio anche una proposta, quando vengono a giocare contro il Torino noi li ospiteremo a Vinovo per ringraziarli per l’ospitalità”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com