Parma-Chievo 0-0, voti e pagelle: buon esordio di Cassano, Biabiany giù

PARMA CHIEVO VOTI PAGELLE – Al Tardini, finisce 0-0 il match tra Parma e Chievo, valido per la prima giornata di campionato. Un buon Cassano non basta ai ducali per battere il nuovo Chievo di Sannino, ben messo in campo e capace di poter fare del male in qualsiasi momento. Ecco voti e pagelle della Gazzetta dello Sport:

PARMA 6

IL MIGLIORE MIRANTE 7 Ha studiato da dj e anche stavolta sceglie la musica migliore. Tre parate salva risultato.

CASSANI 6 Il nuovo che si adatta subito. Affidabile.

FELIPE 6 Spostato al centro per l’assenza di Paletta, fermo per infortunio.

LUCARELLI 6 Il fratello Cristiano è appena stato esonerato dal Perugia, lui cerca di tenere alto il nome della famiglia. Sufficiente.

BIABIANY 5 Anni fa millantava un 11,06 sui 100 metri. Non si ripete, anzi frena vistosamente. IL Parma non può fare a meno della sua corsa.

MARCHIONNI 5,5 Senza infamia e senza lode. Si vede a sprazzi.

VALDES 6 Incomincia bene, idee e guizzi. Si spegne poco per volta e scompare dal gioco. C’è da dire che viene lasciato un po’ solo a sostenere il peso dell’azione.

MUNARI S.V.

PAROLO 5,5 Come Marchionni: mezz’ala poco collaborativa.

GOBBI 6 Ha segnato l’ultima di campionato, al Palermo: avrebbe voluto ripartire così. Non ci riesce.

AMAURI 6 Sgomita, fa a sportellate. Non sempre lucido.

CASSANO 6,5 La voglia di lasciare il segno c’è, gli mancano i 90 minuti. Donadoni è soddisfatto: «Deve crescere ancora». Siamo d’accordo: teniamolo d’occhio, è un giovane… interessante.

SANSONE 6 Sfrutta al meglio i pochi minuti che gli concede Donadoni sfiorando il gol.

ALL. DONADONI 6,5 Il mezzo passo falso non deve far dimenticare il precampionato e l’ottima prova in Coppa. La squadra non è ancora al top come condizione, ma mostra equilibrio e organizzazione.

CHIEVO 6

PUGGIONI 6 Si fa trovare pronto quando serve.

SARDO 6 Dalla sua parte corre pochi pericoli, anche se avrebbe potuto spingere un po’ di più.

FREY S.V.

PAPP 6,5 Nome da cartone animato, sicurezza da nazionale rumeno. Sbaglia poco o nulla. Punto fermo.

CESAR 6 Qualche difficoltà iniziale con Amauri, poi gli prende le misure.

DRAME’ 5,5 Soffre con un Biabiany non al massimo.

HETEMAJ 6 Lavoro di ordine e precisione.

RIGONI 6 Controlla Valdes, prova a ripartire.

RADOVANOVIC 6 Vuole cancellare l’anonimo campionato con l’Atalanta.

SESTU 6 Caratteristiche funzionali al 4 4 2 di Sannino. Ma può fare di più.

DOS SANTOS 6 Chiamato in causa quando c’è da coprirsi.

IL MIGLIORE THEREAU 6.5 Non segna ma resta l’uomo chiave. Non a caso è lo straniero più prolifico della breve storia del Chievo.

PALOSCHI 6 Una palla buona, un rigore reclamato in stile Inzaghi. Da bravo ex sentiva la partita?

PELLISSIER 6 Voto di stima perché con questo scampolo di partita diventa il primatista di presenze col Chievo (378)

ALL: SANNINO 6,5 Squadra di lotta e di governo, costruita a sua immagine e somiglianza. Non sarà facile batterla. E Sannino assicura: «Non siamo ancora al meglio».

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com