Home Archivio articoli Moggi non depone l’ascia di guerra: “Calciopoli distrusse una delle squadre più...

Moggi non depone l’ascia di guerra: “Calciopoli distrusse una delle squadre più forti della storia!”

CONDIVIDI

moggi

CALCIOPOLI JUVENTUS MOGGI – Luciano Moggi, intervistato dal portale spagnolo spherasports.com, è tornato per l’ennesima volta sul tema Calciopoli: “Calcio italiano in declino dal 2006? E’ chiaro, fu l’anno di Calciopoli, qualcosa di orchestrato con l’unica intenzione di distruggermi, ma è difficile distruggermi perché io ho la testa dura e sto continuando a lottare. Quello che sì distrusse fu tutto il movimento calcistico italiano, distrussero la Juventus e la distrussero di proposito. Eravamo una delle migliori squadre del mondo e la prova è che in quella fine di quel Mondiale ci furono otto i nostri giocatori: cinque dell’Italia (Buffon) Cannavaro, Zambrotta, Camoranesi e Del Piero, e tre della Francia (Thuram, Vieira e Trezeguet). La Juventus era il pilastro della Nazionale. Ora i responsabili devono pagare le conseguenze, perché il calcio è per tutti, in particolare per quelli che ora stanno al comando“, ha detto l’ex direttore generale della Juventus.

Luca Iannone – www.calciomercatonews.com