Poker di Ibra contro l’Anderlecht: lo svedese entra nel club degli eletti con Van Basten, Inzaghi, Sheva…

ibrahimovic_psg_debutto_gettyIBRAHIMOVIC – Zlatan Ibrahimovic con il poker messo a segno ieri nel match tra il Psg e l’Anderlecht, entra di diritto nell’elite della Champions League accanto a grandissimi campioni. Prima di lui sono altri nove bomber sono riusciti nell’incredibile impresa. Nel 1992 fu Marco Van Basten a mandare in estasi San Siro con 4 gol contro gli svedesi del Göteborg. Otto anni dopo, Simone Inzaghi segno quattro gol nella vittoria della sua Lazio sul Marsiglia per 5-1. Tre anni dopo, il 5 novembre 2003 è toccato al croato Dado Prso, che steso il Deportivo La Coruna nell’8-3 del Monaco di Didier Deschamps. Ruud Van Nisterlooy fa il poker nel 4-1 del Manchester United allo Sparta Praga, e Andriy Shevchenko, nel 4-0 del Milan sul campo del Fenerbahce del 23 novembre 2005. In tempi più recenti il poker è riuscito a Lionel Messi Barcellona-Arsenal 4-1 del 6 aprile 2010), Bafetimbi Gomis (Dinamo Zagabria-Lione 1-7 del 7 dicembre 2011) e Mario Gomez (Bayern Monaco-Basilea 7-0 del 13 marzo 2012). L’ultimo poker prime di quello di Ibra, poi, porta la firma di  Robert Lewandowski nella semifinale d’andata dell’ultima Champions League, il 24 aprile 2013: 4 gol al Real Madrid di Mourinho.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com