Milan, Gattuso: se le cose vanno male si parla di creste, di orecchini. Non si finisce più…

AC Spezia v US Citta di Palermo - Serie B

 

 

MILAN GATTUSO –  Intervistato da Il Corriere della Sera, l’ex giocatore del Milan Gennaro Gattuso ha commentato il momento negativo della squadra rossonera: “Oggi l’errore più grande che il Milan può commettere è quello di pensare al secondo o al terzo posto. Qui bisogna vivere alla giornata”. Altri tempi, altro budget nel Milan di Ancelotti, Leonardo e del primo Allegri: “Altri valori. Questo non è più il Kakà che nel 2007 ci ha fatto vincere la Champions League. Però è un esempio per tutti. Il Milan oggi ha soprattutto bisogno di tranquillità. E invece quando le cose vanno male si parla di creste, di orecchini. Non si finisce più”. Gattuso usa bastone e carota con Mario Balotelli: “Deve essere tutelato di più. Che gliene frega alla gente se ha tamponato? Lui però ci mette del suo con tutti quei tweet. Non lo capisco. Ma il problema non è solo di Balotelli. È più generale, è della nuova gioventù”.

 

 

Giacomo Novara – www.calciomercatonews.com