Milan, Allegri: Era importante qualificarci. Giocare in 10 non era semplice, i ragazzi sono stati bravi

AC Milan v Celtic - UEFA Champions League
MILAN AJAX ALLEGRI – Al termine di Milan-Ajax queste le parole rilasciate a Sky dal tecnico rossonero Massimiliano Allegri, visbilmente soddisfatto del passaggio agli ottavi di finale di Champions League: “La qualificazione era un obiettivo importante, il secondo obiettivo della stagione raggiunto per il merito dei ragazzi. Giocare in 10 non era semplice, i ragazzi sono stati bravi, hanno difeso in maniera ordinata. E’ stato decisivo Abbiati nel primo tempo su quel colpo di testa. Abbiamo avuto una buona gestione della palla soprattutto con Mario che ha portato su la sfera e si è fatto fare molti falli. Montolivo? Fallo brutto ma non cattivo, l’arbitro ha preso questa decisione su suggerimento dell’assistente. Poi siamo rimasti in 10, giocare 80 minuti in 10 non è semplice. I ragazzi non si sono mai fatti saltare, hanno lavorato con le gambe senza farsi mai saltare. Nel primo tempo ci sono state anche due situazioni di fuorigioco dubbi. I ragazzi hanno meritato questa qualificazione. Le due punte in campo? In sette se si difende ordinati, si riesce a fare bene lo stesso. Anche Constant che in campionato non stava facendo benissimo. Palle pulite davanti al portiere non ne abbiamo mai avute. El Shaarawy si è fatto male? Ha preso un pestone sul piede fratturato, ha sentito fastidio, l’avrei tolto anche prima dell’espulsione. Avrei messo Montolivo trequartista. Rami? E’ un buon giocatore, ci darà una mano così come Honda. Altri arrivi? Prima bisogna che qualcuno vada via perché siamo troppi”