Buffon difende i portieri: c’è una regola disumana da cambiare!

Bologna FC v Juventus - Serie A
JUVENTUS BUFFON – Tanti errori dei portieri ieri in Premier League, a difendere la categoria però ci pensa Gigi Buffon. Il numero uno della Juventus, nel corso di un’intervista al Corriere dello Sport, ha detto il suo parere: “Credo che non ci sia realmente la conoscenza del ruolo del portiere. Leggo e ascolto dei giudizi e dei commenti che fanno infuriare o sorridere secondo come ti sei svegliato la mattina. L’area piccola? E’ 100 metri quadrati. E’ una casa e anche spaziosa, non un monolocale. Quando si scrive e si dice che un portiere ha sbagliato a non uscire bisogna capire e spiegare perché, altrimenti si condiziona il lettore e non gli si fa un buon servizio. Come migliorare le cose? Magari organizzando un corso. La critica potrebbe davvero modificare certi modi di pensare e di giudicare. Del resto come è richiesto a noi di avere un margine ridotto di errore, allo stesso modo dovrebbe essere chiesto a dei professionisti come voi. Secondo me ci deve essere l’obbligo di conoscere le cose in profondità”. A rendere la vita difficile agli estremi difensori pure una regola controversa, quella riguardante l’espulsione dei portieri come ultimo uomo: “E’ una regola disumana – sentenzia il portiere della Juventus – L’hanno pensata per aumentare il numero dei goal, quindi per favorire lo spettacolo e invece è una regola contro lo spettacolo perché non dà la possibilità a un portiere di compiere un gesto tecnico bellissimo come l’uscita bassa. Nei primi 10 anni della mia carriera ero considerato uno dei migliori in questo tipo di uscita. Per il tempo e il modo con cui prendevo la palla dai piedi dell’attaccante. Ora non lo faccio più, non esco più, troppi rischi. Non va bene limitare un portiere. E poi, anche il discorso sullo spettacolo è ridicolo: se un portiere viene espulso nei primi 10′ del primo tempo e la squadra avversaria segna il rigore, poi potrà pensare solo a difendersi. Così la partita diventa un mezzo schifo. Un’idea? Mettiamo dei tempi, anche per le espulsioni per chiara occasione da goal degli altri giocatori, non solo dei portieri: nei primi 70′ della partita solo cartellino giallo, negli ultimi 20’ anche il cartellino rosso”.

Paolo Bardelli – calciomercatonews.com