Juventus-Roma, Ancelotti si schiera: tifo per i giallorossi

FBL-ESP-LIGA-REALMADRID-SEVILLA
JUVENTUS ROMA CARLO ANCELOTTI- Nel prossimo turno di mercato si affronteranno finalmente Juventus e Roma. I giallorossi potranno davvero competere con i bianconeri per lo scudetto? Con la prossima giornata di campionato probabilmente si saprà. Intervistato da Il Messaggero, Carlo Ancelotti ha analizzato la partita “Forza Roma! Così sanno tutti per chi tiferò domenica. Non ho problemi certo a schierarmi. Se vincono i bianconeri e vanno a più otto, diventa durissima. La Roma non deve perdere. Comunque ci deve credere. Tra l’altrio non posso certo essere io a recitare il ruolo del pessimista. Anch’io con il Real sto sotto, dopo diciassette partite, di cinque punti. E davanti ho due squadre, il Barcellona e l’Atletico Madrid. Garcia? E’ bravo e preparato. Il Lille giocava il miglior calcio di Francia. Sempre propositivo. Rudi mi piace molto. Sa lavorare bene con i giocatori, ha un bel rapporto con loro. Mi chiamò Sabatini, al momento di prendere la decisione definitiva. Gli dissi che faceva bene ad ingaggiarlo, era l’uomo giusto per il nostro calcio. Umile e moderno. Se il gruppo segue Garcia, i giallorossi possono farcela. Il segreto è il centrocampo di altissimo livello. Pjanic, Strootman e De Rossi, che è di nuovo al top. Ora hanno pure i goal di Destro. E Gervinho nell’uno contro uno è strepitoso. Poi c’è l’imprevedibilità di Totti. Nella Juve Tevez e Llorente stanno bene insieme. Loro giocano sempre per gli attaccanti, l’azione è impostata subito per loro. Io l’ho incontrati due volte in Champions. Dietro si misero a quattro, giocando con le ali più il centravanti e il trequartista. Potrebbero fare così anche contro la Roma”.