EDITORIALE – Dal campo ai social network: Hernanes-Moggi infuocano il derby d’Italia

Juventus v FC Internazionale Milano - Serie A

EDITORIALE CAMPO SOCIAL NETWORK HERNANES MOGGI INTER JUVENTUS – Juventus-Inter è davvero una partita infinita. Si gioca su più territori, fa ribollire gli animi, scatena le reazioni. I risultati del campo passano assolutamente in secondo piano rispetto a dichiarazioni, voci ufficiali e parole affidate alla stampa che puntano ad accendere nuovamente la miccia di una delle rivalità più sentite del nostro campionato. L’esempio è fresco nella nostra memoria. Sono passati pochi giorni dal derby d’Italia, vinto dalla Juventus per 3-1 tra le mura amiche, ma la eco della sfida tra le due big italiane non si è affatto interrotta. Non tanto per il risultato acquisito, netto ed importante, quanto per le dichiarazioni di contorno, spesso utilizzate ad arte per colpire il bersaglio. Sono così salite alla ribalta, nelle ultime ore, le dichiarazioni rese in esclusiva ai microfoni di CalciomercatoNews.com, da parte di Luciano Moggi, ex dg della Juventus, in merito al passaggio in nerazzurro del profeta Hernanes: “Il mercato italiano? La squadra che si è mossa meglio è stata la Lazio, non per quello che ha comprato, ma per quello che ha venduto. I biancocelesti hanno venduto un buon giocatore al prezzo di un campione, ovviamente mi riferisco ad Hernanes. Venti milioni per il brasiliano sono decisamente troppi, solo l’Inter avrebbe potuto darglieli”. Proprio ciò che serviva per alzare nuovamente il polverone. Tam tam sui giornali, sui social network tra i tifosi, con interventi richiesti anche ai diretti interessati. La risposta di Hernanes, presentato ieri in conferenza stampa non si è fatta attendere: “Cosa mi piace più dell’Inter? Che è stato l’unico dei club in Italia mai sceso in Serie B, e ciò vuol dire che è una società seria che sa come ottenere risultati. Poi è sempre stata lontana dagli scandali, e questo mi piace. Voglio vivere in pace, facendo le cose corrette; ed essere in una società così rinforza questo attaccamento”. Un riferimento, non troppo velato, ai fatti di Calciopoli ed al ruolo nella vicenda dell’ex dg bianconero Moggi. Il pubblico nerazzurro in totale delirio: il “Profeta” è il nuovo idolo della piazza. Non è dunque bastato il triplice fischio dell’arbitro Rocchi: Juventus-Inter è la gara che non finisce mai.

Anticipazioni, indiscrezioni e rumors di mercato: segui CMNews.com su Twitter per non perderti nulla!

Mauro Piro – www.calciomercatonews.com