Mondiali 2014, Gattuso ringhia: ‘Cassano? E’ pure diventato magro. Balotelli è dinamite’

mondiali 2014 gattuso

MONDIALI 2014 GATTUSO CASSANO BALOTELLI – I Mondiali 2014 si avvicinano e mentre Cesare Prandelli deve scegliere i 23 uomini da portare in Brasile, il campione del mondo 2006, Rino Gattuso, parla degli attuali azzurri facendo il punto sulla Nazionale in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Si parte da Pepito Rossi e Antonio Cassano: “Le condizioni in Brasile sono terribili. Puoi andarci solo se stai al meglio. Però Pepito è un grande. Antonio non ha fatto cassanate per tutto l’anno, solo belle giocate. E’ pure magro. Prandelli se n’è accorto e anche il gruppo che lo ha riaccolto bene”.

MONDIALI 2014: IL PENSIERO DI GATTUSO

Su Balotelli ai Mondiali 2014: “C’ha la dinamite nel piede – dice Gattuso – con tutta quella forza dovrebbe fare di più. Ma è anche colpa nostra che gli rompiamo sempre le scatole. Se io fossi in lui direi: ‘Mo’ mi impegno a non combinare più nulla così non sapete più cosa dire su di me”.

Non ci sono solo i Mondiali 2014, però, nella testa di Gattuso che parla anche di Inzaghi e Seedorf: “Pippo è malato di pallone. Ci capisce, studia e sa tutto. Ma mi è piaciuto quando gli ho sentito dire che avrebbe fatto ancora un anno nella Primavera: deve fare la sua strada. Clarence è sempre stato così: un leader, uno che non conosce compromessi. L’ho scritto anche in un libro: se uno nasce tondo, non muore quadrato”.

Poi, schietto come sempre continua: “Milan? Dopo 25 anni di successi, ci sta un periodo così. L’importante è essere onesti con i tifosi e non dire che una squadra è da scudetto se non lo è”.

Gattuso elogia anche Conte: “Conte è la Juve. Tatticamente ha cambiato tanto e i giocatori lo hanno sempre seguito. E’ una fortuna per la Juve che sia rimasto”.

Infine, sul suo futuro: “Non è vero che ho bruciato le tappe. Ho cominciato la gavetta a Chiasso, l’ho proseguita con un’esperienza importante a Palermo che non rinnego e la completerò, vediamo dove. Stavo andando in Ungheria… L’importante è stare in campo, è il campo che ti fa crescere”.

Anticipazioni, indiscrezioni e rumors di mercato: segui CMNews.com su Twitter per non perderti nulla!

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com