Milan, i consigli di Zambrotta: ‘Bene Inzaghi ma serve la gavetta. Su Allegri…’

AC Milan v FC Internazionale Milano  - Serie A

L’ex rossonero Gianluca Zambrotta, in un’intervista rilasciata a Sport Mediaset, ha parlato del momento del Milan, di Pippo Inzaghi e di Massimiliano Allegri: “Inzaghi? All’inizio non lo vedevo come allenatore quando giocavamo insieme ma sul finire di carriera è cambiato. Quello che fa la differenza è la sua voglia di arrivare, che ha dimostrato già quando allenava gli Allievi. Se ha le capacità giuste e ha un bagaglio tecnico non indifferente come il suo può fare bene anche da subito, ma di sicuro è più difficile rispetto ad altri. Un allenatore deve imparare dagli errori che fa e avere il tempo e la tranquillità per correggerli e non ripeterli in futuro. E’ normale che in una squadra come il Milan la situazione è diversa e ti porta a non fallire. Pippo però ha uno staff capace e Tassotti che saprà dargli i consigli giusti”.

Su Allegri: “Allegri lo vedo bene sulla panchina della Juventus e non avevo dubbi che avrebbe fatto subito un buon lavoro; è un allenatore molto preparato. Mi ha sorpreso la scelta di Conte di lasciare i bianconeri, ma quella è un’altra storia”.

Su De Sciglio: “Vidi subito che aveva le potenzialità per arrivare lontano. E’ molto giovane e sta ancora crescendo ed è normale che possa attraversare momenti difficili. Gioca già in un ‘top club’ ed ha già fatto esperienza importanti”.

Infine, chiude con un commento sul suo futuro: “Mi piacerebbe restare nel mondo del calcio. Non è facile fare l’allenatore perchè sei sempre condizionato dai risultati. Per me questa è un’avventura importante che mi farà crescere”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com