Calciomercato Lazio, Candreva: ‘Volevo andare via ma questa è casa mia’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:50
CONDIVIDI

candreva

Antonio Candreva, centrocampista della Lazio, ha rilasciato una lunga intervista a Il Messaggero in cui ha parlato delle voci di mercato che lo volevano lontano dalla società biancoceleste.

CANDREVA E I RETROSCENA DI MERCATO

Antonio Candreva parte dal suo primo giorno alla Lazio: “Me lo ricordo ancora. C’erano molte persone qui a Formello e quando sono passato con la mia macchina, i tifosi mi hanno insultato pesantemente per il fatto che pensavano tifassi Roma. Non riuscivo a vedere luce, non giocavo bene e non vedevo possibilità di miglioramento. Ricordo che a Madrid, eravamo lì per la gara di Europa League, mi dissi ‘Antonio te ne devi andare…'”.

Il momento della svolta: “Dopo il gol al Napoli non sono mai stato così tanto amato. In nessuna delle società dove ho giocato. Di questo fatto sono veramente orgoglioso. Alla Lazio mi sento come a casa e vorrei diventare un punto di riferimento e capitano perché adesso mi sento un tifoso biancoceleste. Il rinnovo del contratto? Io ho sempre voluto rimanere alla Lazio. Ci sono state diverse squadre che si sono fatta avanti, ma ho sempre desiderato firmare con la Lazio. Champions e casa a Torino? Sono tutte voci. Smentisco tutto!”.

L’obiettivo è la Champions League: “Vorrei raggiungere già quest’anno il terzo posto. Lo Scudetto è una parola grandissima. Ci sono squadre molto attrezzate, alla Lazio manca ancora qualcosa per lottare insieme a Juventus e Roma. Il salto che dobbiamo fare non è così grande, ma il gap con queste due squadre c’è. Ce la giochiamo, però, con tutti perché sappiamo che siamo forti”.

Candreva chiude con un pensiero sulla Nazionale: “Vorrei poter giocare l’Europeo in Francia e giocarlo da protagonista”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com