Juventus, adesso è guerra aperta con la Nike: sarà arbitrato

Juventus

Dall’amore all’odio, dalle parole ai fatti. Si possono tranquillamente riassumere così gli ultimi mesi, se non addirittura gli ultimi  anni, del controverso rapporto tra Nike e Juventus. Un binomio intenso, quello tra il noto marchio sportivo statunitense e la società piemontese, iniziato ormai nel lontano 2001, che adesso è destinato ad interrompersi, ed anche molto bruscamente, dopo che da Torino è arrivata l’ufficialità della firma con Adidas. Non solo ragioni economiche quelle che hanno spinto la proprietà del club a stringere una nuova partnership commerciale con il marchio tedesco: tra Nike e Juventus, ormai da tempo, i rapporti non erano più affatto idilliaci, a causa di alcune posizioni mantenute dalle due parti, assolutamente agli antipodi. Gli attriti sarebbero partiti nel lontano 2006, anno della retrocessione in B della “vecchia signora” per i fatti di Calciopoli: la Nike avrebbe voluto fare un passo indietro dal contratto, lasciando libera da vincoli la Juventus nelle difficili stagioni in cadetteria. Una lunga contrattazione portò ad un prosieguo del matrimonio, accostato però da un netto ridimensionamento dell’accordo monetario stipulato dalle parti, e ad un’ovvia insoddisfazione della Juventus.

Insoddisfazione manifestatasi anche in occasione della vittoria del primo scudetto dell’era Conte: mettere le tre stelle o non mettere le tre stelle sulla maglia? La Nike si oppose, cercando di difendere forse la posizione dell’Inter, parte interessata della vicenda ed anche squadra storicamente sotto contratto con la Nike. Un rifiuto che non piacque affatto alla Juventus che cercò così di ripiegare attraverso l’apposizione della nota scritta “trenta sul campo” sulle divise bianconere della stagione 2012-2013. All’epoca dei fatti la Nike acconsentì, mostrandosi però molto dubbiosa e rompendo, forse definitivamente da quel momento, ogni tipo di rapporto con la Juventus. Di lì il passo fu breve: il  24 ottobre 2013, ad un anno e mezzo dalla scadenza naturale dell’impegno Nike-Juve, veniva annunciato il nuovo contratto bianconero con Adidas. Una mossa che però per nulla è piaciuta alla Nike che, a distanza di 13 mesi, è più che mai decisa a far valere le proprie ragioni.

La Nike, nelle scorse ore, è passata alle vie legali avviando un arbitrato contro la Juventus per “asserite violazioni del contratto di sponsorizzazione del 16 novembre 2001”. La notizia è arrivata proprio ieri ed è stata comunicata dalla società Juventus che, per ragioni di borsa, ha dovuto rivelare del contenzioso legale con la Nike. La dirigenza della ‘madama’ ha tenuto inoltre a precisare che “allo stato non sono stati forniti concreti elementi di prova a supporto delle ragioni di Nike” e che “Juventus si costituirà nel suddetto giudizio arbitrale facendo valere le proprie ragioni“. La causa è servita.

Mauro Piro – www.calciomercatonews.com