Napoli, Moggi attacca Benitez: ‘Doping? Pensi ai suoi problemi’. E lancia una frecciatina a Baldini

Moggi

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, torna all’attacco con il suo editoriale pubblicato sulle pagine di Libero. Nel mirino ci sono soprattutto Rafa Benitez e Franco Baldini: “La dodicesima giornata si chiude con la consapevolezza di quanto andiamo dicendo da molte settimane: visti risultati, derby milanese compreso, più che mai si può affermare che la lotta per chi non si chiama Juve e Roma sarà soltanto per il terzo posto, per l’Europa League e per la retrocessione. – le parole di Moggi – La Juve veleggia in testa per avere una società solida a sostegno di una grande squadra che in Italia sta dettando legge; la Roma tenta l’inseguimento per essersi costruita piano piano una buona società a sostegno di una buona squadra, soprattutto dopo le dimissioni di Franco Baldini, Direttore generale quando la Roma non aveva società e perdeva. Per la cronaca, il signor Baldini, uno degli artefici di Calciopoli, dopo l’avventura giallorossa è emigrato in Inghilterra al Tottenham, che stava vincendo, ma dopo il suo avvento stenta adesso a metà classifica, mentre il suo posto di responsabile del calciomercato è sempre più in bilico”.

E sul Napoli di Benitez, Moggi, dopo il pareggio contro il Cagliari, butta benzina sul fuoco: “Se qualcuno non fosse ancora convinto delle scarse possibilità del Napoli di Benitez di correre ad alti livelli, allora non ha visto il 3-3 del ‘San Paolo’ contro il Cagliari. Un festival di errori di entrambe le difese. E pensare che Benitez, nella conferenza pre-partita, anzichè riflettere sui problemi della propria squadra, ha trovato il tempo di disquisire sul processo doping a cui la Juve fu sottoposta, dando tra l’altro ragione a Zeman. Resta difficile capire perchè la Juve, oltre a dimostrare sul campo il suo valore, non prenda iniziative contro i vari quaquaraquà che, dopo aver vinto qualche partita si sentono in diritto di offendere non essendo tra l’altro a conoscenza dei fatti. Per amor di verità facciamo sapere noi al signor Benitez come è finita. Il 30 marzo 2007 la Corte di Cassazione ha chiuso la vicenda: ‘Con specifico riferimento alla somministrazione di eritropoietina umana ricombinante, il ricorso del Procuratore Generale va dichiarato inammissibile'”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com